MESSINA. “Palese stato di degrado strutturale e concreto pericolo per la pubblica e privata incolumità in considerazione del possibile rischio di collasso strutturale sotto azione sismica“. Ci va giù pesante Leonardo Santoro, ingegnere capo del Genio Civile di Messina, quando parla del cavalcavia che collega via Tommaso Cannizzaro con l’ingresso della zona falcata, scavalcando i binari della stazione, arrivando persino ad invitare la Prefettura a “definire tempistica e procedure da adottare per I’eventuale interdizione al transito”.

Un ponte vecchio, ammalorato, e sotto posto ogni giorno al transito dei tir che sbarcano al molo Norimberga, per intervenire sul quale Santoro scrive ad Rfi e Comune di Messina, prima che il suo ufficio possa rilasciare il “nulla osta” antisismico.

Secondo Santoro, un’ispezione da parte di tecnici del Genio Civile, a luglio, “configura nelle pilastrate del viadotto sia la presenza di degrado strutturale e conseguente perdita di capacità resistenti, che I’incipiente avvio di meccanismi di collasso per schiacciamento; il tutto sotto un’ordinaria condizione di carico di tipo statico“. E cioè, col traffico giornaliero, senza carichi sismici in azione, “considerate le refluenze dell’eventuale mancato adeguamento sismico del cavalcavia de quo sul costruendo parcheggio sopraelevato adiacente”, spiega Santoro.

In soldoni, l’ingegnere capo lamenta a Comune di Messina ed Rfi (destinatarie della nota) il mancato risconto alle note in cui imponeva una verifica antisismica. Con una “minaccia”: “Si comunica inoltre che la mancata autorizzazione all’utilizzo del cavalcavia per accedere al parcheggio sopraelevato ne impedirà “de factu” l’utilizzabllità, con evidenti ripercussioni sulla mancata entrata in uso dell’opera, prevista entro il 31 ottobre 2019″.

“Per i motivi predetti – conclude Santroro – si rappresenta a codesta Prefettura di Messina di voler valutare la necessità di convocare con urgenza il Comitato Operativo Viabilità per definire tempistica e procedure da adottare per I’eventuale interdizione al transito del Cavalcavia San Raineri”

guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments