MESSINA. Un’inchiesta per capire le cause dell’incidente costato la vita alla sessantaseienne Vittoria Gatto. La magistratura vuole vederci chiaro sui motivi per cui la donna è precipitata dal dirupo sui colli Sarrizzo, all’altezza di Gesso  e, nonostante sia sopravvissuta all’impatto, è morta in ospedale mercoledì pomeriggio. Le indagini, coordinate dal sostituto procuratore Anna Maria Arena, dovranno fare luce su alcuni interrogativi che ancora restano irrisolti. Non si sa se a causare la caduta dell’automobile della donna sia stato un malore, un guasto alla macchina o un altro veicolo coinvolto.

Disposta quindi l’autopsia sul corpo della donna che era stata estratta dall’abitacolo ancora viva, ma in gravissime condizioni, dai vigili del fuoco del nucleo Saf, intervenuti con un elicottero che si trovava in servizio presso il Reparto Volo di Catania quando si è alzato in volo per soccorrere l’autista della vettura, dopo essere stato allertato dalla sala operativa. Vittoria Gatto era lucida nonostante i tanti traumi riportati a causa dell’impatto. Al vaglio degli inquirenti anche la lancia Y guidata dalla donna.

guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments