Emergenza viabile a Bisconte e Cataratti, le proposte dei consiglieri Cacciotto, Geraci e Gioveni

I rappresentanti presenteranno la possibilità di istituire un doppio senso di marcia in via Polveriera, di creare di un percorso alternativo utilizzando l'area dell'ex caserma e di mettere in sicurezza le vie Caltanissetta, Militare e Nicosia durante un tavolo tecnico che si terrà domani

 

MESSINA. Si terrà domani il tavolo tecnico tra l’Amministrazione Comunale, il Consiglio della Terza Circoscrizione e tutti i soggetti interessati sull’inizio dei lavori del torrente Bisconte – Catarratti e i consiglieri Alessandro Cacciotto, Alessandro Geraci (Terza Circoscrizione) e Libero Gioveni (Consiglio Comunale) proporranno l’istituzione del doppio senso di marcia in via Polveriera, la creazione di un percorso alternativo utilizzando l’area dell’ex caserma e la messa in sicurezza le vie Caltanissetta, Militare e Nicosia, per sopperire all’emergenza relativa alla viabilità nella zona.

I consiglieri, infatti, sono stati contattati e sollecitati più volte dai residenti alla luce dei profondi disagi creati dalla chiusura totale della via Direzione Artiglieria. In particolare da colore che abitano nei villaggi di Bisconte e Cataratti, ma anche da chi sta nelle zone di passaggio come Camaro inferiore, Gravitelli e Montepiselli, “visto l’elevato rischio di un eventuale evacuazione degli stessi villaggi in caso di calamità naturale, o di qualunque emergenza che richieda l’intervento di mezzi di soccorso o pubblica sicurezza, in assenza di un piano di fuga da parte della protezione civile”, si legge sul comunicato.

Nel dettaglio, le proposte prevedono l’istituzione del doppio senso di marcia in via Polveriera, con le auto dei residenti che potrebbero essere parcheggiate, per la parte bassa della via che incrocia la via Comunale Camaro, nell’area cortilizia della scuola elementare la Pira 3; mentre, per la parte alta della via Polveriera si potrebbe sfruttare l’ex autorimessa delle poste.

In particolare l’enorme struttura di proprietà di poste italiane potrebbe essere utilizzata dal Comune di Messina come parcheggio per i residenti della parte alta di via Polveriera. “Ovviamente – sottolineano i consiglieri – sarebbe necessario che tra il Comune di Messina e le Poste Italiane si redigesse un accordo che preveda una locazione, un comodato e, perché no, anche l’acquisizione della struttura dal momento che per il ribasso d’asta dei lavori del torrente si sono risparmiati ben 9 milioni di euro”.

Ancora, la creazione di un percorso alternativo, illustrano i consiglieri, dovrebbe avvenire “utilizzando l’immensa area dell’ex caserma che si trova tra i villaggi di Bisconte e Camaro, con i necessari lavori i cui fondi potrebbero essere attinti dai 9 milioni di euro del ribasso d’asta per la copertura del torrente”.

Infine, gli esponenti propongono di “mettere in sicurezza le vie Caltanissetta, Militare e Nicosia eliminando tutti gli ostacoli presenti che limitano attualmente l’ampiezza della carreggiata, impedendo in particolar modo il passaggio da parte della linea 15”.

“Da non dimenticare che a Bisconte sorge uno dei più importanti plessi sportivi della città, il campo da calcio Despar Stadium, frequentato giornalmente da tantissimi sportivi, e che la via Direzione Artiglieria proprio per la vicinanza con lo svincolo autostradale di Messina Centro resta la via principale per raggiungere il centro Neurolesi, anche per chi proviene da fuori città”, concludono i consiglieri Geraci, Cacciotto e Gioveni.

Lascia un commento

avatar
400