Gli ambasciatori del gusto vincono la gara di solidarietà “Swim for Parkinson”

“Le parole servono ma i fatti di più “ ha esordito lo chef Pasquale Caliri nel dare l’adesione all’iniziativa “ Un mare senza barriere”. La manifestazione che ha visto atleti, in gran parte affetti dal morbo di Parkinson, impegnati nella traversata dello stretto.
Gli Ambasciatori Del Gusto messinesi hanno accolto i nuotatori deliziandoli con le loro preparazion. I tre ambasciatori: lo chef Pasquale Caliri del Marina Del Nettuno, il pasticcere Lillo Freni dell’omonima pasticceria e Francesco Arena del panificio Masino Arena, hanno “gareggiato” con focacce, timballi di riso, cassate e cannoli ed hanno così aiutato un’altra  causa, un progetto di solidarietà. A tavola nella sede della Lega navale c’erano oltre cento persone.  Il progetto “Un mare da vivere…senza barriere dell’Associazione L’Aquilone Onlus, giunto alla XIV edizione” ha messo in mare la quarta edizione della Traversata solidale dello Stretto denominata  “Tancrede Swim Challenge…la sfida di un giorno la sfida per la vita” dedicata alla famiglia Roy di Boston che sostiene i progetti sociali dell’Associazione. Trenta, di cui 6 parkinsoniani, gli atleti che si sono sfidati coprendo a nuoto il tratto di mare lungo tre chilometri. Non erano importanti le classifiche. A vincere è stato il grande messaggio di solidarietà e di volontà. Un messaggio che gli ambasciatori dle Gusto hanno colto.

Lascia un commento

avatar
400