Messina e le sue strutture militari sul National Geograpich Channel

Nei giorni scorsi, una troupe televisiva della Darlow Smithson Production di Londra, ha girato in città varie riprese per la serie “Nazi Megastructures”. Nel documentario Cristo Re, la passeggiata ma soprattutto la "batteria" di Campo Italia. Ecco cosa racconteranno (le foto)

 

MESSINA. Le fortificazioni messinesi, e il ruolo che hanno avuto durante la secvonda guerra mondiale, diventeranno parte di un documentario del prestigioso National geographic channel. Dal 13 al 15 maggio, infatti una troupe televisiva della Darlow Smithson Production di Londra, ha girato a Messina varie riprese per la serie “Nazi Megastructures”; noto documentario di storia trasmesso dal National Geographic. Circa il luoghi da individuare e visitare è stato contatto lo storico militare Armando Donato, residente a Londra. Dopo il briefing utile a organizzare lo svolgimento del lavoro, la troupe è stata condotta a Messina presso alcuni punti panoramici, come la passeggiata a mare e il sacrario di Cristo Re.

Quale location principale è stata tuttavia scelta l’area di Campo Italia presso la batteria MS 724, una delle protagoniste della difesa dello Stretto di Messina dal 1940 al 1943 e in particolare nell’estate del 1943. Durante le ricognizioni e le riprese sono state costantemente fornite tutte le informazioni storico geografiche necessarie per la conduzione delle riprese, a cura dell’archeologo scozzese Tony Pollard, direttore del Centre for Battlefield Archaeology dell’Università di Glasgow. Il gruppo si è poi spostato in altri luoghi della Sicilia, importanti per i fatti bellici relativi all’Operazione Husky. Il documentario sarà trasmesso nei prossimi mesi.

 

Lascia un commento

avatar
400