MESSINA. A partire dal 2016, l’Università degli studi di Messina organizza annualmente una cerimonia di consegna dei diplomi. Un evento nuovo, che l’Ateneo ha promosso per celebrare i propri studenti ed il traguardo da essi raggiunto. Un appuntamento che appartiene, come è noto, alla tradizione accademica anglosassone, ma che già da diversi anni ha assunto dimensioni globali.

Durante la prima edizione, in quattromila hanno gremito il Teatro, tra studenti, familiari, docenti e personale tecnico amministrativo, e la cerimonia di consegna dei diplomi 2017 sta già facendo registrare numeri ancora più significativi: 740 gli studenti che hanno conseguito una laurea (triennale, magistrale o a ciclo unico), i quali ritireranno il diploma, 711 i loro accompagnatori.

Si tratta di un’iniziativa che ha pochi altri riscontri in Italia. Soltanto l’Università di Venezia organizza qualcosa di simile, a Piazza S. Marco, ma con numeri più ridotti. Negli altri Atenei che hanno voluto introdurre questa manifestazione, la consegna avviene generalmente all’interno di un’aula e con enfasi minore.

Il programma della cerimonia 2017 prevede, per la giornata del 24 luglio, a partire dalle 20.15, l’intervento al Teatro Greco di Taormina di un ospite d’onore, Carlo Freccero. Il Consigliere d’amministrazione Rai, ex direttore di RAI2 e di RAI4, terrà una lectio magistralis motivazionale  con sfumature legate al mondo dei media. Seguirà la proiezione di videomessaggi registrati da studenti illustri dell’Ateneo, che inframezzeranno la consegna dei diplomi. A conclusione, il tradizionale lancio del tocco.

 

guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments