PALERMO. “Un gesto da condannare, senza se e senza ma”. Così il presidente della Regione Siciliana, Nello Musumeci, esprime solidarietà ai responsabili dell’Associazione “Don Bosco 2000”, che gestisce il centro di accoglienza per migranti a Pietraperzia, in provincia di Enna. La sede messa a disposizione dalla Curia, che da qualche giorno ospita una ventina di ragazzi, è stata infatti bersaglio di alcuni colpi d’arma da fuoco che hanno danneggiato una finestra.

“Non si possono giustificare, mai, azioni violente e gli episodi di intolleranza vanno sempre combattuti – commenta il Governatore – Per fortuna, al di là della paura, non ci sono state conseguenze fisiche per nessuno dei ragazzi. Non posso, comunque, non evidenziare la preoccupazione per il clima di tensione, presente in molte parte dell’Isola, che dovrebbe far riflettere i tanti propugnatori di un buonismo ipocrita e pericoloso, quando si parla di immigrazione. L’accoglienza non può essere solo un comodo slogan di campagna elettorale. E Roma non può scaricare sulle realtà locali la soluzione di problemi che rischiano di restare insoluti e annosi”.

guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments