PALERMO. Sold out in appena 48 ore i biglietti per assistere alla conferenza sull’Educazione alla Gioia del Dalai Lama, in programma il prossimo 18 settembre al Teatro Massimo. Il leader spirituale del Tibet e Premio Nobel per la Pace farà ritorno nel capoluogo siciliano a distanza di oltre vent’anni dalla sua prima visita.

Era il maggio 1996 quando il Dalai Lama giunse a Palermo, accolto dal sindaco Leoluca Orlando, allora al suo secondo mandato, che gli consegnò la cittadinanza onoraria. Al suo fianco, Richard Gere presentò la sua mostra fotografica sul Tibet, e insieme parteciparono ad un convegno sui diritti umani. 

 

Oltre alla data palermitana, Tenzin Gyatso farà tappa anche a Messina il 17 settembre con due sessioni al teatro Vittorio Emanuele. La prima è dedicata all’incontro tra i popoli e si legherà ovviamente alla vicenda dei migranti, alle dinamiche di pace che scaturiscono quando i popoli si incontrano e non si scontrano. La seconda riguarderà la funzione educativa dei giovani, tema sul quale Renato Accorinti, (sindaco di Messina e fervente seguace degli insegnamenti del Dalai Lama e della causa del Tibet) da professore di Educazione fisica alla scuola media Drago  ha da sempre spinto molto.

L’attuale Dalai Lama, il quattordicesimo, sarà in Sicilia dal 16 al 18 settembre, a Messina, Taormina e Palermo. La notizia del suo arrivo a Messina e Taormina l’aveva data il primo cittadino della città dello Stretto dal palco del teatro antico di Taormina durante la premiazione dei Nastri d’Argento, con contorno di polemiche. Polemiche che sono continuate alla notizia che per assistere alla conferenza taorminese del Dalai Lama c’è un biglietto da pagare.

 

 

guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments