MESSINA. Arriva una nuova proroga per l’ordinanza “coprifuoco”, dopo la pubblicazione, un mese fa, e la prima proroga di quindici giorni fa, motivata anche questa, si legge in un comunicato del Comune, perchè “si sono verificati assembramenti di persone in violazione delle misure di prevenzione COVID-19 adottate a livello nazionale e regionale, sia in tema di rispetto di distanze di sicurezza, sia con riguardo all’uso dei dispositivi di protezione individuale (mascherine)”. Tutto questo, senza tenere conto dell’evoluzione positiva del quadro epidemiologico regionale, il cui andamento favorevole ha fatto sì che molte delle limitazioni (per esempio ai trasporti) siano state tolte, ed associando pericolo di contagio con vita notturna.

Restano confermate tutte le prescrizioni delle precedenti due ordinanze.

“Tutte le attività di ristorazione/attività di somministrazione di alimenti e bevande, quali – a titolo esclusivamente esemplificativo e non esaustivo – ristoranti, trattorie, pizzerie, pub, self service, bar, pasticcerie, gelaterie, rosticcerie e similari, oltre che l’attività di asporto ai chioschi e gli automezzi attrezzati ed autorizzati sul territorio comunale per la vendita di panini, sono tenuti a rispettare gli orari di apertura dalle ore 6 e di chiusura alle ore 2; per i soli esercizi di ristorazione, è consentita mezz’ora di tolleranza per lo smontaggio degli arredi. È fatto divieto dopo le ore 20 sino alle 8, di consumare bevande alcoliche di qualsiasi gradazione su area pubblica o privata ad uso pubblico compresi parchi, giardini, spiagge pubbliche, arenili, area di mercato, torrenti e ville aperte al pubblico; e per i distributori automatici, di vendere bevande alcoliche di qualsiasi gradazione dalle ore 24 sino alle 7. Resta consentita la somministrazione di bevande alcoliche per le attività di ristorazione/attività di somministrazione di alimenti e bevande, quali – a titolo esclusivamente esemplificativo e non esaustivo – ristoranti, trattorie, pizzerie, pub, self-service, bar, pasticcerie, gelaterie e rosticcerie, solo all’interno dei locali e nelle aree esterne in concessione (plateatici e/o dehors) sino alle ore 1,30″.

“Le esecuzioni musicali e la diffusione della musica all’esterno dei locali e nelle attività balneari e complementari devono cessare entro le ore 00,30 nei giorni dal lunedì al giovedì, ed entro le ore 01,00 nei giorni dal venerdì alla domenica“.

 

guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments