MESSINA. Dopo una partenza di settembre all’insegna del maltempo e un inizio settimana col meteo in ripresa, per il weekend… tornerà l’estate. Fino alla giornata di mercoledì le temperature saranno in media, con minime tra i 19 e i 20°C e massime non oltre i 28/29°C. Giovedì sarà una giornata di transizione, mentre tra venerdì e domenica si registreranno valori di circa 6 o 7°C superiori alle medie del periodo, che consentiranno ai valori massimi al suolo di raggiungere i 30/31°C sulle coste e i 32/33°C sulle zone immediatamente più interne. Farà più caldo anche di notte, con le minime che difficilmente scenderanno sotto i 22/23°C. Tra giovedì e domenica il cielo non sarà però del tutto sereno, ma verrà solcato da annuvolamenti stratiformi del tutto innocui e verrà “sporcato” da una moderata quantità di pulviscolo desertico. Sarà solo una parentesi, poiché da lunedì prossimo assisteremo al rientro delle temperature sui valori consoni per questo periodo.

A confermarlo anche Giuseppe Visalli sulla sua pagina Facebook “Meteo Milazzo e dintorni”, che ha spiegato che gli ultimi residui fenomeni legati alla vecchia circolazione depressionaria che ha coinvolto Messina con temporali la scorsa settimana, si sono registrati domenica notte sul settore tirrenico.  Già da lunedì il miglioramento è risultato rapido e percepibile dal graduale aumento della pressione atmosferica.

Nel corso della settimana però il quadro meteorologico sull’Europa tenderà a mutare nuovamente a causa del progressivo calo dei geopotenziali sulla penisola iberica. 

L’instaurazione di una circolazione depressionaria tra la Spagna e il Portogallo determinerà l’espansione verso nord-est del promontorio nord-africano. L’anticiclone ingloberà anche la Sicilia nel corso di metà settimana e raggiungerà la sua massima espressione tra le giornate di venerdì e di domenica. L’area instabile sull’Europa occidentale ma tenderà lentamente a spostarsi verso est, determinando anche lo spostamento del promontorio nord-africano. Già da domenica pomeriggio saranno quindi visibili i primi effetti del cedimento dell’alta pressione in favore dell’entrata di aria più fresca da ovest che, entro martedì, potrà riportare le temperature intorno ai valori medi del periodo.

 

 

guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments