MESSINA. “Sollevi troppa polvere”. E giù di sprangata in testa al netturbino, che stava spazzando piazza Cairoli. E’ successo ieri mattina, protagonista un anziano signore, “disturbato” dal lavoro dell’operatore ecologico di MessinaServizi Bene Comune.

A denunciare l’episodio è stata la stessa partecipata, nella pagina Facebook dedicata a MessinServizi. “All’alba di questa mattina (il post è di ieri, ndr) un anziano ha colpito alla testa con una spranga il netturbino del quartiere, impegnato nella pulizia di Piazza Cairoli – si legge nel post – La motivazione è stata: “se spazza si alza polvere”. Era da un po’ infatti che l’anziano creava disagi agli spazzini con provocazioni e insulti. Oggi ha optato per la via più diplomatica!”, ironizzano dalla partecipata.

“Non è il primo, comunque, ad essere infastidito dal lavoro effettuato dai nostri operatori – spiegano da MessinaServizi – Senza andare lontano, nella nostra pagina, con un commento ad un post, qualcuno ha persino contestato la rimozione delle foglie secche dal marciapiede perché “davano un tocco di natura”. A questo punto la domanda è lecita: come possiamo soddisfare le necessità di pulizia e decoro urbano per il messinese? Visto che quando i nostri operatori puliscono ricevono insulti, lamentele e, se capita, randellate e quando non puliscono si accusa l’Azienda di inefficienza per la sporcizia presente nelle strade”, è l’amara conclusione.

“L’incidente accaduto questa mattina deve farci riflettere su quali siano le nostre priorità, cari concittadini messinesi. Aiutateci a lavorare meglio per la città, scusateci se facciamo rumore all’alba con le spazzatrici, scusateci se facciamo polvere, portate pazienza. Per Messina, per i suoi cittadini ma anche per i suoi spazzini che non possono essere insultati o peggio feriti solo perché svolgono il proprio lavoro”, conclude il post.

guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments