MESSINA. Trecento tonnellate di spazzatura destinate a rimanere per giorni a imputridire nei cassonetti cittadini. È la conseguenza della chiusura della discarica di Lentini in cui i mezzi di Messinambiente scaricano i rifiuti provenienti dallo Stretto. L’impianto è ora assediato da circa 50 compattatori, posteggiati a ridosso dei cancelli, che non sono riusciti a depositare l’immondizia entro la mezzanotte. Alla questione MessinaServizi Bene Comune, la cui delibera per l’affidamento del servizio di igiene ambientale è ferma in aula a causa dell’ottava caduta del numero legale, si aggiunge quindi un’ulteriore beffa.

A generarla, il mancato rinnovo, da parte della Regione, dell’ordinanza firmata da Crocetta lo scorso novembre per il conferimento nelle discariche siciliane. Che da questa mattina non possono più ricevere rifiuti. Nel frattempo, in attesa dell’entrata in vigore dell’intesa che prevede la costruzione dei termovalorizzatori, slittata alla prossima legislatura, il ministero dell’Ambiente ha rinnovato l’ennesima proroga alla Regione per affidarle in via straordinaria la gestione.

guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments