Alfano a Messina per l’incontro intitolato “60 anni di Europa con un futuro da disegnare”, organizzato dall’Università degli Studi di Messina in collaborazione con Aiccre (Associazione Italiana per il Consiglio dei Comuni e delle Regioni d’Europa – Sezione Sicilia), in occasione del 60° anniversario dei Trattati di Roma.

La giornata ha avuto inizio con i saluti del Rettore, Pietro Navarra e del deputato Antonio D’Asero, vice presidente vicario Aiccre. A prendere la parola subito dopo Davide Giacalone, giornalista e scrittore Piero Orteca, giornalista e notista di politica estera. Le conclusioni dell’incontro saranno tracciate dal ministro degli Esteri, Angelino Alfano. L’evento è moderato dal direttore del dipartimento di Civiltà Antiche e Moderne, Mario Bolognari.

Dopo l’Università il ministro siciliano sarà all’Auditorium monsignor Fasola in via Filippo Bianchi, alle 16,30. “Perché si’: la nostra idea di Europa”, con queste parole Alfano, presenta la manifestazione che si svolgerà oggi, a Messina, sul tema “Europa, giovani, Mezzogiorno”. 
“Abbiamo scelto Messina perché l’Europa – afferma Alfano – ricominciò proprio da qui, nel 1955, dopo la seconda guerra mondiale e in piena guerra fredda. Ed è proprio da qui che noi lanceremo la nostra idea di Europa, di oggi e di domani”.
La manifestazione – organizzata dal deputato nazionale Enzo Garofalo, dal parlamentare regionale  Nino Germanà, dal senatore Bruno Mancuso – si svolgerà alle sedici e trenta, presso la Sala Monsignor Fasola, in via San Filippo Bianchi, 28. 
Sarà anche l’occasione per dare la parola ai giovani, perché parlino delle loro esperienze, dei problemi, delle opportunità, in un quadro che va ben oltre i confini nazionali. 
Le conclusioni saranno affidate ad Angelino Alfano.

 

 

 

guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments