MESSINA. Il comune di Messina cerca consiglieri d’amministrazione per le nuove partecipate, e per rimettersi in pari con la legge nelle “vecchie partecipate”.

Sono in pubblicazione all’Albo Pretorio on line del Comune e nelle sedi circoscrizionali gli avvisi pubblici per la nomina di componenti in seno ai consigli di amministrazione dell’azienda speciale “Messina Social City”, dell’Azienda Trasporti Messina S.p.A., la società che prenderà il posto dell’attuale Atm in liquidazione, dell’Amam S.p.A. e nel Collegio sindacale dell’ATM S.p.A.

Contrariamente alle precedenti nomine, soprattutto quelle del consiglio d’amministrazione di Arsime, De Luca si è concesso un tempo congruo: le proposte dovranno pervenire infatti entro le ore 12 di giovedì 13. Anche in questo caso, per la governance delle partecipate il sindaco si avvarrà di un trio (presidente e due consiglieri) invece che di un amministratore unico, come la legge Madia.

Le designazioni riguardano la nomina di tre membri, di cui uno con funzioni di presidente, quale consiglio di amministrazione Azienda Speciale Messina Social City, la nomina di altri tre membri, di cui uno con funzioni di Presidente, quale Consiglio di Amministrazione dell’Azienda Trasporti Messina S.p.A., e nomina di un ulteriore terzetto, di cui uno con funzioni di Presidente, quale Collegio Sindacale dell’Azienda, e infine la designazione di un componente donna in seno al Consiglio di Amministrazione dell’Azienda Meridionale Acque Messina S.p.A. per come dispone la legge. Oggi, tutti e tre i membri sono uomini

guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments