MESSINA. Prima uscita pubblica, in mezzo alla gente, per il candidato sindaco del Movimento 5 Stelle. Il tour di Gaetano Sciacca per le strade cittadine ha preso il via sabato mattina al mercato dello Zir, per proseguire poi a Sant’Orsola, a Provinciale, a Tremestieri e quindi stamani a Piazza del Popolo: è solo il primo di una serie di appuntamenti in tutte le circoscrizioni messinesi per incontrare la cittadinanza e stilare un programma di governo per la campagna elettorale in vista delle amministrative del 10 giugno.

 

 

«La mia candidatura – spiega l’ex ingegnere capo del Genio Civile – è un atto dovuto. Se vogliamo bene a questa città non possiamo girarci dall’altro lato. Dobbiamo rimboccarci le maniche e dobbiamo avere il coraggio di metterci in gioco per programmare il futuro di Messina. Ho scelto di schierarmi con il Movimento 5 Stelle perché è composto da giovani visionari che hanno la lungimiranza e la capacità di guardare oltre il proprio naso. Con i pentastellati non è stato subito amore a prima vista, ma forse proprio per questo è stato ancora più bello», racconta Sciacca, attorniato dai militanti alle prese con la prima tappa dell’iDay nei gazebo informativi disseminati su tutto il territorio (qui il programma completo degli appuntamenti).

 

«I punti cardine del mio programma sono innanzitutto la messa in sicurezza del territorio (da sempre uno dei suoi cavalli di battaglia, ndr) e l’occupazione, perché fino a quando non ci sarà lavoro non potrà mai esserci dignità per tutti coloro che voglio restare a Messina», prosegue il candidato sindaco, che commenta i risultati dell’amministrazione Accorinti, di cui fu uno dei primi sostenitori, e la scelta da parte del Movimento di presentare una sola lista alle prossime comunali. «Renato Accorinti è un mio amico ed è una persona che ho sostenuto. Sono uno dei 104 firmatari che hanno aderito all’appello per la sua candidatura. Purtroppo, per colpe forse non sue, ha fallito, ed è giusto adesso che ne prenda atto e riconosca nella mia persona colui il quale può dare non solo continuità ma anche realizzare tutte le idee e i sogni che sono rimasti nel cassetto. La decisione di presentare una sola lista è una scelta che condivido e faccio mia, in quanto è innanzitutto un modo per differenziarci da tutti quei partiti con finalità subdole, che andrebbero denunciate e stigmatizzate: l’unico scopo di presentare tante liste è quello di portare voti al candidato sindaco. È un meccanismo perverso da cui vogliamo prendere le distanze. Il nostro modo di fare politica è sicuramente diverso», conclude Sciacca, che proseguirà il suo tour nel pomeriggio a Bordonaro e Briga Marina.

La prossima tappa dell’iDay è prevista per venerdì 13 aprile, con due incontri nel comitato elettorale di Contesse e nella piazzetta S. Salvatore dei Greci a San Licandro.

 

 

guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments