MESSINA. È la valorizzazione del patrimonio immobiliare cittadino una delle priorità del candidato sindaco del M5S Gaetano Sciacca, fermamente convinto che l’edilizia sostenibile “possa e debba divenire uno dei motori di sviluppo della città”, grazie a un corretto utilizzo della vigente normativa sulle detrazioni fiscali e alla cessione del credito d’imposta.

«Sappiamo tutti – commenta Sciacca – quanto mi sia impegnato in prima persona, in passato, per la messa in sicurezza del territorio, sia per ciò che riguarda gli aspetti idrogeologici che sismici. E sono sempre più convinto che sia possibile preservare le nostre bellezze naturali e ambientali incentrando al contempo l’azione amministrativa nella valorizzazione del patrimonio immobiliare esistente, senza aumentare la volumetria».

Un progetto, finalizzato all’adeguamento sismico ed energetico degli edifici, “che porterà a un incremento dei posti di lavoro e del valore economico degli immobili – si legge in una nota – oltre a un notevole risparmio per i nuclei familiari, dando inizio a una rapida ripresa del settore e del suo indotto, con il coinvolgimento di artigiani, elettricisti, idraulici, vetrai e di tutte le altre maestranze del settore”.

«A tal fine – prosegue il candidato pentastellato – il Comune deve impegnarsi per mettere i proprietari nelle condizioni tecnico-economiche di riqualificare i propri immobili dal punto di vista estetico e funzionale. Le attuali normative “Ecobonus” e “sismabonus”, nello specifico, prevedono la detrazione fiscale fino al 85%, in 5-10 anni, delle spese sostenute per l’adeguamento sismico ed energetico degli edifici, mettendo fine al problema della mancanza di liquidità o della incapienza fiscale. Uno strumento fondamentale per dare nuova linfa al settore e per riqualificare il patrimonio immobiliare, nel pieno rispetto del territorio».

 

guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments