MESSINA. Si è svolta ieri mattina la tappa messinese del giro d’Italia dell’associazione Federmep, che rappresenta imprese e professionisti del settore “matrimoni ed eventi”. Una giornata di confronto tra operatori della “wedding industry”, associazioni e rappresentanti istituzionali.

Ad aprire i lavori, coordinati dalla capodelegazione di Federmep Sicilia Maria Ponte, è stata la presidentessa dell’associazione Serena Ranieri, che ha presentato i risultati ottenuti e ha illustrato le strategie per il futuro: “servizi ai soci, progetti nazionali e riconoscibilità sempre maggiore dell’intero comparto nei confronti delle istituzioni”.

A rappresentare le istituzioni, la deputata regionale Valentina Zafarana, che è intervenuta sull’importanza del brand “Sicilia” nell’ambito della wedding industry ed evidenziato la necessità e la volontà politica della creazione di un distretto di settore nell’ambito regionale. Un distretto che potrà far forza sulla bellezza territorio siciliano, immortalata in una serie di scatti mostrati dal presidente dell’associazione Fotovideografi Professionisti Siciliani (AFPS) Francesco Sciacca.

«Un futuro, quello della filiera dei matrimoni e degli eventi privati – si legge in una nota – che non può prescindere dalla conoscenza del presente, attraverso la raccolta e l’analisi dei dati relativi al settore: questo il compito del nuovo Centro Studi di Federmep, diretto da Alessandra Moretti e Angelo Garini e che si avvale del lavoro di data analysis svolto da Ines Pesce. Un laboratorio di idee che si pone l’obiettivo di promuovere ed esaltare l’identità dell’Italia come meta per il destination wedding, non solo in termini paesaggistici ed enogastronomici, ma anche come riserva di eccellenze di artigianato. E proprio di valore aggiunto della proposta enogastronomica legata agli eventi ha parlato Ida Paradiso. Vini e cibo che rappresentano il Made in Italy, brand percepito all’estero come insieme di bellezza, storia, creatività e innovazione che necessita da parte nostra di essere adeguatamente narrato proprio partendo dai prodotti del territorio. Ma il rilancio del settore ha bisogno di collaborazione: tra operatori economici e tra questi e le istituzioni. Da qui l’intervento sulle reti d’impresa tenuto dai legali Donato Nitti e Giuseppe Cavuoti, e la presentazione del progetto “Matrimoni ed eventi nei borghi e nelle aree rurali”, punta di diamante dei progetti in cantiere di Federmep. già rientrante nell’Asse 3 dei fondi del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza».

 

guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments