LAMPEDUSA. Il vero sigillo alla spaventosa affermazione nazionale della Lega di Matteo Salvini è l’aver espugnato due luoghi simbolo delle migrazioni, fenomeno contro il quale il ministro dell’Interno ha dedicato praticamente il 100% del suo lavoro (non troppo).

A Riace, paese di Mimmo Lucano e simbolo di  riusciti processi di accoglienza dei migranti, e al centro di fatti giudiziari, la Lega prende il 30,75% (297 voti), seguito dal 27,43% del Movimento 5 stelle (265 voti) e dal 17,39% del Pd (168 voti). Nel paese quattro voti vanno anche a CasaPound e tre a Forza Nuova.

Uguale a Lampedusa, in cui Salvini prende addirittura il 45% dei voti, nonostante proprio da Lampedusa arrivi Pietro Bartolo, il “medico dei migranti” che ha ottenuto un clamoroso successo personale, vincendo un seggio cl Pd sia al collegio del Centro che in quello delle Isole. Bartolo ha preso 250 voti, Salvini ne ha presi, nell’isoletta più vicina all’Africa che alla Sicilia, ben 410.

Lampedusa, in questo caso, è “recidiva”. per anni, infatti, vicesindaco è stata Angela Maraventano, leghista della prima ora, quando ancora c’era il “nord” nel nome, e si parlava ancora apertamente di secessione, dieci anni fa

guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments