MESSINA. Si svolgerà in due appuntamenti separati al salone della CGIL di Messina “È sempre l’otto marzo”, l’iniziativa organizzata da “Cambiamo Messina dal Basso” per riconoscere le rivendicazioni e le istanze delle donne.

«Negli ultimi anni – commentano da CMdB- migliaia di donne nel mondo si sono mobilitate, tramite scioperi e manifestazioni, per lottare contro la discriminazione e la violenza di genere cui siamo quotidianamente sottoposte. Al grido di “Ni Una Menos” lottano per ottenere diritti effettivi e soluzioni per un reale sradicamento dei modelli sessisti su cui la nostra società è fondata.»

Il primo appuntamento sarà il 12 marzo alle 17:00, quando è prevista la presentazione di “Son Tornate. Racconti di mestruazioni e altri tabù”. «Con Serena Maiorana -spiegano dall’organizzazione- curatrice del libro, si discuterà di mestruazioni da sempre tabù, il processo fisiologico circondato da leggende popolari di ogni tipo, simbolo e oggetto di discriminazioni dure a morire. Con lei, a parlare di tamponi tax e dicerie sui fiori avvizziti e molto altro, ci saranno: Sefora Adamovic, Claudia Bellomo, Marcella Magistro e Giuliana Sanò.»

Il secondo incontro invece sarà il 26 marzo alle ore 17:00. È prevista la presentazione del volume “La scelta negata. Il diritto all’aborto nel paese dell’obiezione”.
«Nel 1978 -spiega l’organizzazione- grazie a una lunga battaglia femminista, il diritto all’aborto veniva finalmente riconosciuto dalla legge italiana. Oltre quarant’anni dopo l’approvazione di quella legge, il libro di Patrizia Maltese ci palesa che è un diritto garantito solo sulla carta. Insieme all’autrice parleranno di tutela della salute e autodeterminazione delle donne: Vittoria Faranda, Concetta Restuccia e Angela Triscari

guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments