MESSINA. Domenica 18 febbraio, dalle ore 9, il servizio di traghettamento garantito da Caronte e Blueferries non sarà effettuato come di consueto con Villa san Giovanni, ma con il porto di Reggio Calabria. Perchè c’è da disinnescare un ordigno trovato nei pressi della vecchia stazione di Villa, e l’area, compresi quindi gli imbarcaderi, andrà evacuata.

La Capitaneria di Porto – Guardia Costiera di Reggio Calabria ha emesso due ordinanze a seguito del ritrovamento dell’ordigno bellico, e in considerazione dell’ordinanza del Commissario Prefettizio del Comune di Villa San Giovanni, di evacuazione di tutta la popolazione presente nelle aree situate in un raggio di 763 metri dal punto di ritrovamento, per domenica 18 al fine delle operazioni di disinnesco, trasporto e brillamento dell’ordigno. Pertanto, domenica 18, dalle ore 9 entro il raggio di 0,5 miglia nautiche dal punto di rinvenimento dell’ordigno, saranno vietati la navigazione, l’ormeggio, l’ancoraggio e la sosta di qualsiasi unità navale; la balneazione e le immersioni subacquee.

E quindi, il servizio di linea da e per il porto di Messina delle unità navali delle società di navigazione Caronte & Tourist e Bluferries sarà effettuato con il porto di Reggio Calabria

guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments