Parte domani, lunedì 15  il torneo di calcio giovanile “Franco Luvarà Junior Cup” che andrà avanti fino a venerdì 19 aprile nell’impianto sportivo “Nicola Bonanno” all’Annunziata. La manifestazione, organizzata dall’Asd Peloro Annunziata con il supporto comunicativo del portale Messina Sportiva, di SportME per la sezione video e della piattaforma Livinplay che riporterà tutti i risultati, è riservata agli atleti della categoria Allievi Sperimentali, nati nel 2003/2004, più tre 2002 al massimo in campo. L’iniziativa che rappresenta una prosecuzione del torneo “Bonanno” svolto lo scorso dicembre e che ha avuto in città un notevole prestigio ed apprezzamento, prevede sfide ad eliminazione diretta. Il via lunedì alle 15.30 con la gara tra Sporting Athena e Real Ritiro, a seguire il match Gescal-Orsa Promosport. Martedì, invece, si affronteranno Acr Messina-Meridiana e Nuova Rinascita Patti-Messana Villafranca.

«E’ bellissimo e molto emozionante. – confessa la signora Luvarà che ha ricordato il marito, scomparso nel 2011 – Franco in questo modo ritroverà si sentirà ricordato dalla sua città. Ha dato tutto con grande generosità ai giovani perché potessero avere il miglior futuro possibile e ha creduto nello sport come un gioco, ma anche per il potere formativo, dedicandosi sempre con grande passione. Ringrazio chi lo ricorda ancora e sono sicura che lui ci seguirà da lassù».  «Per lo spirito del torneo – commenta Carmelo Mancuso bandiera dell’Acr Messina – è importante che i ragazzi possano divertirsi, confrontandosi con realtà diverse, ma penso che riuscire a vincere farebbe piacere a qualunque società. Sarà una bellissima settimana di calcio giovanile. Ho fatto vari tornei nei tempi in cui allenavo il settore giovanile del Messina, tra Allievi e Primavera. Si vivono dei momenti di confronto e di valutazione delle capacità di ogni singolo giocatore messo all’interno della squadra. Per loro è una bella vetrina».

Durante la presentazione della manifestazione Roberto Buttò, invece, si è soffermato sugli aspetti organizzativi. «Questo torneo – ha detto il dirigente del’Acr Messina- è stato organizzato per ricordare un amico che si è speso tanto a livello giovanile. Ringraziamo tutte le società partecipanti, vogliamo far crescere i ragazzi e farli divertire. Avevamo pensato inizialmente alla formula dei triangolari, ma il torneo si svilupperà in maniera tradizionale con degli scontri diretti. Verrà dato un premio a tutte le società e ogni giocatore avrà un ricordo della manifestazione. Sono previsti, inoltre, dei premi speciali per il miglior giocatore, il capocannoniere, il miglior portiere e il premio Fair Play”».

guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments