MESSINA. “L’esasperazione in questo quartiere è alle stelle: sono senza luce da un mese e mezzo, appena hanno visto la nuova illuminazione a led della Gasparro si è scatenata la reazione”, spiega Lino Cucè, presidente del terzo quartiere. L’esasperazione di cui parla Cucè ha portato oggi alcuni abitanti di Bisconte a bloccare la strada della caserma Gasparro, oggi centro di accoglienza migranti, con dei cassonetti cui hanno dato fuoco. Una protesta violenta, frutto di mancanza di attenzione “da parte dell’Amministrazione”, spiega ancora Cucè. Due cassonetti piazzati a monte e a valle della via Direzione  artiglieria, subito dopo l’entrata della caserma. Un doppio blocco iniziato alle 17 e concluso solo da qualche minuto che ha richiesto l’intervento dei carabinieri e dei vigili del fuoco: “Sono stati troppo ignorati: l’illuminazione, la mancata potatura della piazzetta, perfino alcuni casi denunciati di migranti che sono entrati in casa nei giorni scorsi, sono queste le cose che lamentano loro, questioni fondamentali: illuminazione, verde pubblico e sicurezza: la tensione oggi è stata altissima”, ha concluso Cucè.

 

guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments