MESSINA. Otto spiagge tra Tusa (spiaggia Lampare e spiaggia Marina), Santa Teresa di Riva (lungomare) e isole Eolie (Canneto e Acquacalda a Lipari, Gelso e Acque termali a Vulcano, Ficogrande a Stromboli), più un approdo (Marina del Nettuno a Messina): quella dello Stretto è la provincia siciliana che si aggiudica più bandiere blu nel 2019.

Lo certifica la Fee (Foundation for Environmental Education), che ogni anno assegna il riconoscimento alle località costiere che soddisfano criteri di qualità su acque di balneazione, come stabilito dai risultati delle analisi condotte da Arpa (le Agenzie Regionali per la Protezione dell’Ambiente) nell’ambito del programma nazionale di monitoraggio, condotto dal ministero della Salute in collaborazione con il ministero dell’Ambiente, e sul servizio offerto.

Tutte e tre le località si sono confermate: anche nel 2018 avevano infatti conquistato la bandiera blu, ma le spiagge di Lipari e quella di Tusa sono state premiate ininterrottamente dal 2015 (e Santa Teresa dal 2017). In Sicilia, in tutto sono sette i riconoscimenti: tre a Messina, altrettanti a Ragusa, uno ad Agrigento.

guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments