MESSINA. In attesa che l’Enel, proprietaria del terreno su cui è stato realizzato il parcheggio Torri Morandi, rilasci il nulla osta al Comune di Messina per procedere all’apertura dello spazio in vista della stagione estiva, non esiste ancora un piano comunale della viabilità attuabile durante le festività primaverili, quando il litorale messinese viene vissuto dai tanti cittadini che approfittano della bella stagione.

È questo il caso del primo maggio, durante il quale, nonostante i numerosi eventi organizzati sulla spiaggia di Capo Peloro, rimarrà chiuso all’utenza il parcheggio Morandi. Problema, questo, che potrebbe avere delle grosse ripercussioni alla viabilità lungo l’unica arteria che collega tutto il villaggio rivierasco, preso già d’assalto durante lo scorso fine settimana, in occasione del Festival degli Aquiloni durante il quale, nonostante fosse aperto il parcheggio, si sono create lunghe code e attese.

Per quanto riguarda oggi, infatti, saranno soltanto aumentate le pattuglie della Polizia municipale per supervisionare la zona che, comunque, rimarrà aperta al traffico. Intanto, già da due settimane, l’Assessore alla viabilità Salvatore Mondello ha fatto richiesta all’Enel per ottenere i permessi necessari all’apertura delle Torri Morandi e organizzare, così, il piano del traffico estivo.

Tuttavia nei programmi dell’amministrazione c’è sicuramente quello di intercettare a Torre Faro spazi alternativi per nuovi parcheggi anche in vista della possibile realizzazione di un’isola pedonale permanente. «Se lo spazio è per quaranta non possiamo far niente se si presentano in cento», ha commentato il vicesindaco che è al lavoro proprio per garantire un’ottimale piano della viabilità di concerto con il presidente della sesta circoscrizione.

guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments