MESSINA. Sono 122 i migranti sbarcati ieri pomeriggio al molo Norimberga dalla nave umanitaria Open Arms, accolti dai medici dell’Asp, da alcuni volontari, dalla Croce rossa e dalle forze dell’ordine. Tra loro, due donne in gravidanza e tre famiglie con bambini (sia di due o tre mesi che di pochi anni).

I profughi di nazionalità sub sahariana, salvati nel corso di due diversi interventi nel mar Mediterraneo, sono stati trasferiti al centro di prima accoglienza dell’ex caserma Gasparo a Bisconte per l’identificazione, in attesa di altra destinazione.

Già due giorni fa il Viminale aveva comunicato che Francia, Germania, Portogallo e Irlanda avevano dato la loro disponibilità ad accogliere i richiedenti asilo a bordo delle due navi. Infatti, i vascelli che hanno soccorso i profughi erano due e l’altro, la Sea Watch 3, si è diretta verso Taranto.

La disponibilità, informa il ministero, è stata offerta sulla base dell’apertura della procedura di ridistribuzione dei migranti a livello europeo avviata dalla Commissione Ue, anche sulla scorta del pre-accordo di Malta.

guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments