MESSINA. Il rifiuto di Università e Comune di concedere una sala per l’incontro con Aleksandr Dugin, il filosofo russo “consigliere” di Vladimir Putin e considerato molto vicino agli ambienti della destra radicale, diventa questione nazionale, valicando i confini dello Stretto ed arrivando sul profilo social di Diego Fusaro, filosofo marxista, candidato sindaco al comune di Gioia Tauro con risultati disastrosi, e onnipresente personaggio ormai celebre per le prese di posizione ultrasovraniste.

“L’Università di Messina non concede l’aula: il solito metodo squadrista degli antifascisti”, ha scritto un Fusaro stranamente parco di parole e sobrio nell’esposizione, senza citare il “turbo”qualcosa.

Nonostante il “niet” dell’Università e del Comune (quest’ultimo motivato dai tempi strettissimi della richiesta, arrivata stamattina dopo il diniego dei locali accademici), l’incontro col filosofo russo si terrà ugualmente alle 17, i luogo ancora da stabilirsi.

guest
3 Commenti
meno recente
più recente più votato
Inline Feedbacks
View all comments
Alessandro Grussu
Alessandro Grussu
10 Giugno 2019 17:47

Fusaro “marxista”? Sì, e io sono il sultano di Brunei.

Fabrizio
11 Giugno 2019 7:44

Ancora roghi contro la filosofia e il pensiero. Ignoranza da controriforma. Vergogna vergogna in quella che fu la Magna Grecia.

Giorgio Langiu
Giorgio Langiu
11 Giugno 2019 10:02

Siamo sicuri che tu sia un vero marxista? Prego, Continua con le tue dissertazioni.