MESSINA. L’inadeguatezza del sistema di impianto di raccolta e deflusso delle acque meteoriche della città si mostra a ogni evento temporalesco. Queste la denuncia dei consiglieri della Lega Placido Bramanti Giovanni Scavello che hanno presentato una interrogazione per conoscere lo stato dell’arte. «A tappeto, in tutto il territorio cittadino, si sono registrati estesi allagamenti che denunciano l’assoluta inadeguatezza ovvero il cattivo stato di manutenzione di tutta la rete di raccolta e deflusso delle acque piovane. – si legge – Tra le zone più colpite si annoverano la Via Garibaldi, la Via Monsignor D’Arrigo fronte Scuola Crispi – Pascoli, Viale della Libertà nei pressi dell’Ex Hotel Riviera, il Lungo-lago di Ganzirri».

«Tale situazione ha creato ovvi disagi alla circolazione, tanto dei pedoni quanto delle autovetture, e danni alle attività commerciali che, in alcune zone, hanno registrato allagamenti dei locali a piano terreno e negli scantinati. – continuano i consiglieri – Appare evidente che tale stato di fatto non appare più sostenibile, anche alla luce della circostanza che come, come risulta agli scriventi, esistano da anni, presso gli uffici competenti, progetti per il rifacimento e/o l’adeguamento della rete di deflusso che non vengono utilizzati per l’ottenimento dei finanziamenti».

All’Assessore al ramo Massimo Minutoli e al Sindaco Cateno De Luca quindi Bramanti e Scavello chiedono se sono stati avviati i lavori periodici di pulizia di tombini e caditoie; quali interventi strutturali intende realizzare il Comune per adeguare la rete e quale sia il rapporto di questa Amministrazione con i progetto già avviati negli anni passati ma non ancora realizzati. Il tutto rammentando, in ogni caso, l’urgenza delle criticità segnalate. 

guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments