MESSINA. “Per i valori morali, etici, di forza e sensibilizzazione trasmessi sia al mondo sportivo che alle Amministrazioni pubbliche, con l’obiettivo di abbattere barriere e preconcetti mentali tramite iniziative sportive coinvolgenti”.  Questo è quello che riporta la targhetta che è stata consegnata ieri a Marzia Raineri durante il Gran Galà 2019 dell’Acsi, tenutosi nell’aula consiliare di Rometta Marea dalle 15 alle 20.

La ragazza, infatti, è la protagonista del “Giro dei due mari con Marzia”, la manifestazione cicloturistica che si tiene da quattro anni ogni giugno e che si pone l’obiettivo di abbattere le barriere architettoniche e mentali che emarginano i diversamente abili.

Ma il progetto non è presente solo tre giorni l’anno, bensì durante l’intera annualità ed è proprio per questo che il presidente dell’Acsi Messina, Paolo Campanella, a nome di tutta l’associazione, ha deciso di consegnare anche quest’anno il premio all’Asd “Cicloturistica Castanea” del presidente Santino Caprì, che organizza la manifestazione, e a Marzia che, in sella alla sua bici speciale insieme al papà Gianni, ricorda che è possibile superare le sfide che ogni giorno si presentano, nonostante a volte subentrino delle difficoltà.

Durante l’evento, a cui erano presenti tutte le squadre di tutte le categorie associate ad Acsi fra Messina e Catania, è stato quindi sottolineata l’importanza del “Giro due mari”, e anche annunciata la quinta edizione (che si terrà con qualche sorpresa).

guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments