MESSINA. “Il dissesto, si sa, non è una scelta politica ma è una condizione dettata dai numeri”, cosi il deputato regionale Nino Germanà sulla situazione finanziaria della citta metropolitana di Messina. “Sono stato assessore della ex Provincia di Messina, adesso Città Metropolitana e ne conosco le potenzialità e pur non avendo passività pregresse rilevanti, non riuscirà a chiudere il Bilancio preventivo 2017 entro il termine di legge del 30 settembre, a causa del prelevamento forzoso imposto dal Governo centrale ( solo per Messsina per il 2017 è pari a 25.000.000,00 euro), poichè non ha entrate proprie sufficienti a coprire i costi dei servizi essenziali. Messina è la prima delle 9 ex province siciliane ad avviare le procedure di dissesto finanziario .Questo è quello che accadra’ se il Governo centrale non provvede immediatamente a bloccare il prelievo forzoso sul contributo di solidarietà. Messina sarà soltanto la prima ed a seguire si avvieranno al dissesto tutte le altre ex Province siciliane con gravissime conseguenze sociali…basti pensare che la provincia di Siracusa non paga gli stipendi da 5 mesi. La Regione siciliana può far ben poco ma faccio un appello accorato a tutti i nostri autorevoli rappresentanti romani perché facciano sentire forte la loro voce”.

guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments