MESSINA. Sono 56 su 108 i comuni della provincia in cui è registrato almeno un caso di Coronavirus  in base ai dati anagrafici registrati dall’Istituto superiore sanità, che fa affidamento sulla residenza (che spesso non coincide con l’effettivo domicilio). La città con il maggior numero di infetti è ovviamente Messina, con 211 tamponi positivi su 399, ovvero il 52% del totale. A fronte di circa 230mila abitanti, ha contratto il Covid-19 una persona ogni 1091 messinesi. È quanto si evince dai dati forniti dalla Regione Siciliana, aggiornati a qualche giorno fa.

Ad incidere nel caso della città di Messina sono stati i focolai delle case di riposo (soprattutto quello scoppiato un mese fa alla struttura Come d’incanto), dell’Irccs Neurolesi e della Cristo Re, che pesano enormemente sul conteggio assoluto. Non si è invece registrato l’aumento temuto in seguito allo “sbracamento” di Pasqua e Pasquetta, i cui effetti, se ce ne fossero stati, si sarebbero dovuti già manifestare (mentre invece la curva dei contagi non ha subito scossoni nell’ultima settimana), segno che seppur un allentamento delle misure di distanziamento nei due giorni di festa c’è stato, questo non ha inciso sull’aumento dei contagi.

Al secondo posto, ben distanziata dalla città dello Stretto, c’è Barcellona, con 22 casi accertati, mentre sull’ultimo gradino del podio si piazza San Marco D’Alunzio, con 17 positivi. Il dato del paesino nebroideo, completamente fuori scala, è dovuto anch’esso a un focolaio scoppiato all’interno di una casa di riposo.

A seguire ecco Capo d’Orlando e Torrenova (11, comune prossimo a San Marco D’Alunzio), Sant’Agata di Militello (10), che è il comune in cui nella provincia di Messina si è verificato il primo caso di contagio da covid-19 nel lontano 9 marzo, Patti e Torregrotta (8), Gioiosa Marea (7) e Milazzo (5), tutti comuni della fascia tirrenica, con 160 persone contagiate a fronte degli appena 20 della fascia ionica, il primo dei quali è Giardini Naxos. Otto i casi di cittadini positivi che hanno la propria residenza alle Isole Eolie (la maggior parte dei quali però non risiede nell’arcipelago)

Curiosi i dati di Taormina, con appena un caso, malgrado il grande afflusso di turisti in tutti i periodi dell’anno e soprattutto il “boom” di visite da parte di cittadini cinesi che si è verificato nei mesi antecedenti al lockdown, febbraio compreso, soprattutto grazie al successo internazionale del reality “Chinese Restaurant”, con un grandissimo seguito nel paese della Grande Muraglia.

 

 

Di seguito i casi comune per comune:

(fonte: Regione Siciliana, dati Istituto superiore sanità. NOTA BENE: I casi si riferiscono a cittadini che hanno residenza nel comune indicato, anche se non vi risiedono attualmente. Per questo potrebbero esserci delle discrepanze). Il sindaco di Nizza di Sicilia, Antonino Pietro Briguglio, comunica che “ad oggi il sottoscritto non ha ricevuto dall’Asp alcuna notizia in merito a soggetti positivi”, così come il caso di positività di Taormina si riferisce ad una persona che non risiede attualmente nel comune ionico. Situazione analoga per quanto riguarda Torregrotta (il vicesindaco riferisce di due casi), Santa Lucia del Mela (“Non abbiamo notizia o comunicazione di alcun caso”, ha specificato il sindaco Matteo Sciotto), Leni e Lipari: «Ad oggi – specifica il Sindaco Marco Giorgianni – non vi è alcun caso di Coronavirus all’interno delle sei isole afferenti al Comune di Lipari, né vi è mai stato, a fronte del congruo numero di tamponi effettuati dal personale sanitario incaricato».

 

 

più recente meno recente più votato
Vince
Ospite
Vince

Dati interessanti! Ma si potrebbe avere un aggiornamento visto che i casi totali sono 533 (aggiornati al 27 Aprile)? Grazie

Omar
Ospite
Omar

l’unico caso di Taormina è stato detto, è una persona che risulta residente qui ma da anni lontano da taormina,che rimane quindi a zero casi

Pippo
Ospite
Pippo

I dati Istat sono vecchi, però ci sono quelli SISGM (osservatorio della mortalità) che sono più aggiornati e comprendono il comune di Messina