MESSINA. «È un momento critico connotato da estrema preoccupazione e grandi incertezze. Combattiamo contro un nemico nuovo e invisibile e questo ci spaventa ancor di più. Per questo abbiamo l’obbligo di stare a fianco di chi vive questo dramma con sempre più forza».  Parole della presidentessa del Gruppo Parlamentare di Fratelli d’Italia all’Ars Elvira Amata, che chiede alle direzioni generali dei nosocomi siciliani listituzione di uno sportello telefonico o telematico che fornisca ai parenti dei pazienti Covid positivi ospedalizzati informazioni e aggiornamenti sulle condizioni dei propri congiunti, “come già fatto per esempio dal Policlinico Universitario di Messina, così come avevo auspicato già da giorni”: «Non è immaginabile – commenta – che un nipote o una figlia ignorino che ne sia dei propri genitori, nonni o partner. Questa è una misura che dovrebbero adottare tutti indistintamente».

«Inoltre – prosegue – dobbiamo fare i conti con le previsioni, le quali ci dicono che una situazione ancor più critica potrebbe arrivare a breve e noi dobbiamo essere pronti ad affrontarla al meglio. Propongo un lavoro in tandem dei nostri presidi ospedalieri con gli ospedali militari presenti sul territorio ove potrebbero trovare assistenza pazienti positivi che non necessitino di ventilazione. Potrebbero infatti ospitare i cosiddetti ricoveri ordinari. 

«La strada è complicata e in salita, e dobbiamo fare il tutto per tutto per essere preparati», sottolinea Amata, che nei giorni scorsi ha avanzato al governo regionale alcune ulteriori proposte, tra cui quella di disporre il tampone con cadenza settimanale per il personale medico, agli operatori sanitari e gli operatori del 118 che operano a contatto con pazienti affetti da Coronavirus – Covid19, già accolta dal Governo Musumeci.

Il deputato membro della commissione Sanità dell’Assemblea ha inoltre raccomandato maggiori dotazioni di dispositivi di protezione per il personale sanitario e parasanitario; che si organizzino attività di telemedicina per poter monitorare i pazienti contagiati e in quarantena presso la propria abitazione; di stipulare temporaneamente delle convenzioni anche con i privati mirate a potenziare il numero delle ambulanze e automediche; di dotare gli elicotteri da Elisoccorsodel 118 di barelle di “Bio-contenimento” per il trasporto di pazienti affetti da Coronavirus – Covid19; e di creare una task force regionale con la “mission” di curare direttamente, per conto della Regione, gli acquisti necessari per accelerare i tempi di consegna del materiale da fornire ai presidi ospedalieri ed a tutto il comparto sanitario compresi i medici di famiglia, pediatri e personale del 118.

 

guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments