MESSINA. È una stagione estiva che si presenta già da subito singolare, fatta di distanziamento sociale e misure di sicurezza, quella che partirà ufficialmente domani, sabato 6 giugno. Oltre le linee guida già stilate dall’Istituto superiore di Sanità, ieri, nel corso di un tavolo tecnico l’Assessore alle Politiche del Mare Dafne Musolino ha sottoscritto un nuovo protocollo con il Dipartimento Servizi Territoriali, la Struttura territoriale Ambientale, FIBA, Confcommercio, Confesercenti e Confartigianato, al fine di stabilire le linee guida per le attività balneari del litorale messinese.

“Le linee guida – ha evidenziato l’Assessore Musolino – sono state condivise con i rappresentanti del Demanio e delle Associazioni di categoria intervenuti e sono stati definiti alcuni punti importanti. Significativa è l’obbligatorietà della presenza nelle strutture balneari di una figura qualificata identificata attraverso una maglietta, con la scritta steward sulle spalle, che avrà il compito di ricevere i clienti all’arrivo al lido, fornire le informazioni relative alle norme anti-contagio da osservare e dare assistenza per la compilazione del modello di autocertificazione. È stato previsto anche che i gestori dei lidi dovranno istituire un registro delle presenze giornaliere, in formato cartaceo o digitale, che dovrà essere conservato fino al quattordicesimo giorno successivo alla chiusura della stagione balneare, sempre nel rispetto della tutela della privacy”.

Oltre questo, le strutture dovranno avere dei cartelli informativi (in più lingue) posizionati in corrispondenza degli ingressi, degli spogliatoi, della casse e dei luoghi comuni e dovranno essere presenti soluzioni igienizzanti in più punti della struttura.

Per quanto riguarda l’accesso, oltre il registro con i nominativi, di proprietà della struttura, si potrà usufruire dei lidi solo attraverso prenotazione e come accade nei negozi ci sarà la possibilità di misurare la temperatura all’ingresso con divieto di accesso per i clienti con temperatura superiore ai 37.5°. Inoltre è stata reintrodotta l’autocertificazione (scaricabile qui) per chi vorrà usufruire di sdraio e ombrellone e in qualsiasi caso sarà possibile installare barriere protettive alla cassa mentre tutto il personale dovrà sempre essere munito di mascherine.

Anche gli spazi interni al lido dovranno essere riorganizzati, lettini e sdraio dovranno essere distanziati di almeno 1,5m (se fanno parte della stessa postazione ombrellone), mentre gli ombrelloni dovranno essere posizionanti in modo da garantire la copertura di una superficie di almeno 10mq.

Inoltre, il flusso della clientela dovrà essere organizzato in modo da non creare assembramenti già dall’ingresso al lido e mantenendo sempre il distanziamento sociale non al di sotto di 1m.

Come accade già nei negozi, i titolari dovranno garantire una continua sanificazione di superfici e aree comuni (bagni, docce, cabine), mentre i lettini e le sdraio dovranno essere disinfettati ogni cambio persona e a fine giornata. Tutte le operazioni di sanificazione devono essere segnalate su un registro.

Saranno infine vietate le attività ludico sportive per bambini e adulti.

La prossima settimana sarà fissato un ulteriore incontro tra l’amministrazione, il Demanio, la Capitaneria di porto e la Polizia municipale per specificare le modalità di attuazione delle linee guida per quanto riguarda le spiagge libere.

guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments