Carnevale, Alessandro Russo chiede (di nuovo) le dimissioni dell’assessore Pippo Scattareggia

La denuncia dell'organizzatrice di eventi Teresa Impollonia che adombra "potenziale opacità nelle procedure di affidamento delle manifestazioni ricreative", il ruolo della compagna di Scattareggia nella presentazione degli spettacoli, il potenziale conflitto d'interessi. Ecco perchè il consigliere del Pd chiede provvedimenti

 

MESSINA. Richiesta di dimissioni dell’assessore allo Spettacolo Pippo Scattareggia per conflitto d’interesse, richiesta di chiarimenti sull’opportunità che a presentare spettacoli sia la sua compagna Helga Corrao, e “quali siano state le ragioni per le quali la ditta “Blue Sea Sicily” sia stata esclusa da circa un anno a questa parte nella elaborazione dei cartelloni delle iniziative e delle manifestazioni promosse o patrocinate dal Comune di Messina”.

E’ l’interrogazione urgente che Alessandro Russo, consigliere del Pd, rivolge al sindaco Cateno De Luca, e che prende avvio dalle dichiarazioni dell’organizzatrice di eventi Teresa Impollonia, responsabile legale della ditta “Blue Sea Sicily”, che, scrive il consigliere, “denunciano un quadro di affidamento delle attività ricreative patrocinate dal Comune in questo anno e mezzo alquanto allarmante e grave, laddove si potrebbe prefigurare una potenziale sovrapposizione di interessi privati in cosa pubblica da parte dell’Assessore competente”.

“Emergerebbe una possibile azione operata nei confronti della detta società per motivazioni che esulerebbero del tutto dalla valutazione del merito, dell’offerta economica e della stessa modalità di conduzione degli spettacoli che la società aveva precedentemente allestito dietro patrocinio del Comune di Messina”, scrive ancora Russo, ripercorrendo la vicenda.

“Da quanto appreso, la società “Blue Sea Siciliy” ha effettivamente presentato in data utile una proposta di eventi e manifestazioni legate al Carnevale 2020 al fine di una valutazione da parte dell’Amministrazione comunale e che, a tale proposta, non è stata data effettivamente risposta in tempi utili, se non in date successive  alla decisione, da parte dell’Amministrazione, di procedere con un cartellone di eventi che non contemplavano la presenza delle proposte della società “Blue Sea Sicily”.

Per questo, Russo chiede a De Luca, e non è la prima volta, le dimissioni di Scattareggia dal suo ruolo in giunta per “l’effettiva persistenza di condizioni per le quali la gestione delle manifestazioni comunali in capo all’Assessore competente siano esposte a interrogativi circa l’opportunità che esse siano comunque dirette o condotte da persona stabilmente convivente, causando grave nocumento circa la terzietà dell’Amministrazione nel momento delle scelte degli eventi patrocinati e/o pagati con denaro pubblico”.

Lascia un commento

avatar
400