Cinque cose da fare questo sabato a Messina

Giufà e Colapesce, una passeggiata fotoculturale lungo le vie del centro, tanto teatro e tanta musica fino a sentirsi satolli, tutto nella consueta guida per indecisi, ritardatari e tiratardi del fine settimana

Un viaggio tra le fiabe di tutta Italia, guidati da Nadia Terranova

“La voce che nel mare di Messina c’era uno mezzo uomo e mezzo pesce arrivò fino al Re; e il Re ordinò a tutti i marinai che chi vedeva Cola Pesce gli dicesse che il Re gli voleva parlare”

Alle ore 18:00  al  Bookshop del Teatro l’incontro con Nadia Terranova, che presenterà “Le Fiabe di Italo Calvino” edite da Mondadori, delle quali la scrittrice messinese ha curato la prefazione.  Il volume, illustrato da Emanuele Luzzati, è una raccolta di storie tradizionali di tutta Italia, un’Italia degli anni 50 sopravvissuta alle grandi guerre, che si rifugia nelle radici salde delle proprie tradizioni. Calvino, con grande rispetto per animali, bambine e tutti gli altri protagonisti, dedica ad ogni storia la sua trascrizione il lingua italiana, purché, sotto l’egida di un paese, ferito ma unito, ogni regione si identifichi come parte integrante della nazione.

Nadia Terranova è una scrittrice messinese prolifica e pluripemiata. Alterna romanzi classici a libri per ragazzi. Sin dal romanzo di esordio “Gli anni al contrario”, il legame con la sua città è stato una costante della narrativa della giovane scrittrice, che ha vissuto in prima persona la distanza dalla terra natia, lavorando già da diversi anni a Roma. Numerosi sono i premi ricevuti  tra cui il Brancati, l’americano The Bridge Book Award. Recentemente è stata finalista del premio “Strega” con il romanzo “Addio Fantasmi”.

Pagine: 1 2 3 4 5 Pagina successiva

Lascia un commento

avatar
400