“DistrArt Young”: nuovi linguaggi dell’arte urbana per la valorizzazione del territorio

Il progetto, promosso dall'istituto “San Francesco di Paola” in collaborazione con il Comune, prevede il coinvolgimento degli studenti per la realizzazione di opere di arte muraria (murale e mosaico) in città, sulla scia di quanto fatto nel 2015 con le pensiline del tram

 

MESSINA. Si terrà alle 9 del 20 dicembre, al Palacultura, il primo appuntamento con “DistrArt Young”, progetto promosso dall’istituto comprensivo “San Francesco di Paola” in collaborazione con il Comune di Messina e il sostegno di Mimac e Siae, nell’ambito del programma “Per Chi Crea”.

Il progetto si inserisce nel percorso didattico che vede l’Istituto promotore di azioni di conoscenza, tutela e valorizzazione dei beni culturali e paesaggistici del territorio, tra le quali l’adesione pluripremiata al progetto/concorso nazionale “La scuola adotta un monumento”, bandito dalla Fondazione Napoli Novantanove, e la partecipazione alle attività del Fondo Ambiente Italiano (FAI), come il concorso FAImaps, (2016/2017) a cui l’Istituto ha partecipato con un lavoro sulla Tranvia di Messina e le sue pensiline artistiche, realizzate nell’ambito del progetto Distrart.  Il lavoro, classificatosi primo a livello nazionale, è stato premiato con la pubblicazione su “Topolino” di una storia ad esso ispirata e ha visto iniziare la collaborazione tra i due enti.

“DistrArt Young”, dunque, concretizza e fonde in modo sinergico le azioni dell’Istituzione scolastica e del progetto Distrart verso l’obiettivo comune di promozione, sviluppo e diffusione dei nuovi linguaggi artistici, integrati nel contesto urbano e volti alla sua rigenerazione e valorizzazione.

L’evento che si svolgerà il 20 dicembre presso l’Auditorium del Palacultura fa parte delle attività di promozione culturale previste dal Progetto ed è finalizzato a far conoscere agli studenti i nuovi linguaggi dell’arte urbana unitamente agli autori, operatori, giornalisti e curatori che in maniera diversa si sono avvicinati all’arte pubblica, grazie alla quale la città di Messina si è arricchita di un particolare percorso visivo, una sequenza di opere visibili, un museo civico a cielo aperto. Un modo per avvicinare e far conoscere, alle nuove generazioni, il progetto DISTRART_DiStretto d’Arte Urbana, realizzato nel 2015 dall’Amministrazione comunale messinese, grazie a un finanziamento europeo.

Interverranno all’incontro il sindaco Cateno De Luca, gli assessori Carlotta Previti ed Enzo Caruso, la curatrice di Distrart Enrica Carnazza, il dirigente scolastico Renata Greco e varie personalità appartenenti al mondo della cultura e dell’arte, che si sono interessate o hanno fatto parte di “Distrart”.

La presentazione del Progetto sarà propedeutica alla selezione degli studenti, interessati a partecipare alle attività laboratoriali di Distrart Young. Durante le attività formative, che si svilupperanno successivamente, saranno realizzate opere di arte muraria (murale e mosaico) che rimarranno visibili sul territorio. Le attività saranno articolate in quattro moduli:

  •   Temporary Walls e Permanent Wall sul tema “lo Stretto tra miti e leggende”;
  •  Ringo Temporary e Ringo Memory “in memoria dello scienziato russo Il’ja Metchnikov, Premio Nobel per la Medicina”

 

 

Lascia un commento

avatar
400