Il miglior istituto superiore di Messina è il “Maurolico”, lo dice Eduscopio. Ecco i punteggi degli altri

Il liceo di Corso Cavour si colloca anche come migliore classico della Sicilia. Altri istituti della città, invece, non sono stati stati valutati perché "non mandano all'Università un numero congruo di diplomati". La classifica delle scuole superiori messinesi

 

MESSINA. L’Istituto superiore “Francesco Maurolico” di Messina è in cima alla classifica dei licei classici siciliani. A dirlo è uno studio condotto dalla fondazione “Giovanni Agnelli” e pubblicato sull’edizione 2019 di “Eduscopio”, il progetto che si propone di aiutare gli studenti e le loro famiglie nella scelta dopo l’esame di terza media. La scuola superiore di Corso Cavour ha raggiunto un punteggio di 75,58/100, precedendo i licei di Ragusa e Catania con 71,84 e 71,34, mentre l’altro liceo classico messinese, il “La Farina”, ha ottenuto 64,67 punti, posizionandosi a metà classifica.

Il punteggio viene calcolato grazie ai dati ricavati dagli studi universitari e, infatti, si basa sulla velocità del percorso di studi (in percentuale dei crediti universitari ottenuti) e sulla qualità degli apprendimenti universitari (a seconda della media dei voti). Il valore ottenuto viene espresso tramite un indicatore sintetico (l’indice Fga) che serve a valutare le performance delle scuole.

Dalle analisi riportate sul portale di Eduscopio, emerge inoltre che i migliori licei scientifici della città sono il “Seguenza”, che ha ottenuto 67,93/100 Fga, l’ “Archimede”, che ne ha ottenuti 67,64, e il “San Giovanni Bosco”, con 67,08 punti. Un punteggio più basso lo hanno ottenuto gli altri: il “Quasimodo” ha raggiunto 64,75 Fga, il “Bisazza” ne ha raggiunti 61,98 e il “Sant’Ignazio” 53,09. All’ “Archimede” c’è anche l’unico indirizzo di “Scienze applicate”, valutato con 69,10 punti (anche se l’ultimo punteggio risale al 2016).

I licei scientifici che hanno il corso di “Scienze umane”, invece, sono solo due ed entrambi hanno ottenuto un punteggio basso: il “Bisazza” 49,31 e l’ “Ainis” 55,93. Quest’ultimo, inoltre, è l’unico Istituto con il corso di “Scienze umane – Economia sociale”, per cui gli sono stati assegnati 44,57 punti Fga.

Per quanto riguarda gli Istituti che hanno l’indirizzo “Linguistico”, il punteggio più alto lo ha l’ “Archimede”: 68,78. A seguire ci sono il “Bisazza” (62,22) e l’ “Ainis” (59,44). Anche il “Seguenza” ha un indirizzo linguistico ma è stato attivato di recente e non sono ancora disponibili dati completi sugli esiti universitari dei diplomati.

Gli istituti tecnico economici, invece, sono lo “Jaci” e il “Minutoli”, ma solo il primo ha avuto un punteggio, anche se basso: 40,30. Il “Minutoli”, infatti, “non manda all’Università un numero congruo di diplomati“, si legge sulla piattaforma online.

Il sito, infatti, non raccoglie dati sulle scuole da cui almeno un diplomato su 3 non intraprende gli studi universitari, o su quelle che non indirizzano agli studi di Ateneo un numero superiore a 20 nell’arco di un triennio di studenti che hanno frequentato uno specifico corso.

Infatti, non vi sono analisi sugli istituti tecnici tecnologici “Verona Trento”, “Caio Duilio” (nautico), “Minutoli” e “Antonello”: i primi tre perché non mandano il numero necessario affinché “Eduscopio” sia interessato a pubblicare i risultati, mentre il quarto perché all’interno della scuola il corso “Tecnico tecnologico” è stato aperto troppo di recente.

Infine, mancano le analisi anche per i licei artistici “Basile” (numero di universitari insufficiente) e “Seguenza” (corso avviato di recente). Il portale, però, specifica che per quanto riguarda questi licei non dispone dei sui percorsi di studio nelle “Accademie delle belle arti”.

Lascia un commento

avatar
400