Cinque cose da fare questo sabato a Messina

Spettacoli di burlesque, il gran ritorno dell'Omd, musica classica, libri, tanto teatro e tanta birra: il fine settimana in riva allo Stretto nella consueta guida per indecisi, ritardatari e tiratardi

 

a cura di Micaela Camaroto

Al pub, in compagnia di bionde, brune e rosse

 

“Tutti noi abbiamo bisogno di credere in qualcosa: io credo che tra poco mi farò una birra…” (Homer Simpson).
“Dev’essere stato un uomo saggio a inventare la birra” (Platone).

Dai sumeri alle tribù germaniche, passando per antichi egizi, che la utilizzavano a scopo medicinale per alleviare le sofferenze dell’umanità, la birra è sempre stata un punto fermo in ogni epoca e ad ogni latitudine. Messina ovviamente non fa eccezione, con un’ampia scelta di locali e pub in cui affogare lo stress della settimana con un paio di boccali. 

Uno dei templi della birra in riva allo Stretto si trova in via Tommaso Cannizaro, al civico 40, sede del “Beers-hop M’imbriacai”, un locale minimal che offre un’ampia e variegata selezione di bionde, rosse e brune. Fra le tante, si consiglia la versione 2019 della Pan Brown Ale dell’Epica, prodotta con Nocciole tostate dei Nebrodi.

 

 

A poche centinaia di metri distanza, ecco invece il Beer Bang di via Della Zecca, a un tiro di schioppo dall’Università. Fra le proposte del menu: taglieri con salumi dei Nebrodi, formaggi e sott’oli siciliani, panini di tutti i tipi e, ca va sans dire, una vastissima selezione di birre artigianali, provenienti da ogni parte del mondo. Il locale, dove è possibile passare il tempo con vari giochi da tavolo gratuiti, è inoltre una delle poche birrerie della zona (forse l’unica) a possedere una pompa in stile inglese.

Per gli amanti delle birrerie in stile british, infine, non possono mancare due capisaldi cittadini: l’ormai storico Docker’s Pub sulla Cortina del Porto e l’immancabile Irish Pub di Ganzirri, dove San Patrizio si festeggia tutto l’anno.

 

Pagine: 1 2 3 4 5 Pagina successiva

Lascia un commento

avatar
400