Serie D, l’Acr Messina si presenta alla città

La formazione presieduta dalla famiglia Sciotto è stata accolta da un migliaio di tifosi nella cornice di piazza Duomo. Applausi per il Direttore Sportivo Antonio Obbedio e per il ricordo, ad inizio serata, di Reno De Benedetto

 

 

MESSINA. Una grande foto sullo schermo allestito per l’occasione in piazza Duomo. Così, ad inizio serata, l’Acr Messina ha voluto rendere omaggio ad uno dei suoi più grandi tifosi, Reno De Benedetto, i cui funerali si sono tenuti a poche ore di distanza nella stessa cattedrale.

Un Messina che si è presentato al gran completo con prima squadra e dirigenza al seguito e che punterà, almeno sulla carta, a contendere il torneo al quotato Palermo, che dalla sfiorata promozione in Serie A si è ritrovato inserito nel girone I di Serie D insieme ai giallorossi e all’FC Messina di Rocco Arena.

Presente all’evento che ha radunato i supporters giallorossi anche il sindaco di Messina, Cateno De Luca, che ha promesso l’uscita del bando sugli stadi nel mese di ottobre; un bando da cui, verosimilmente, passeranno le sorti future del calcio in città.

Presentati in seguito il tecnico Michele Cazzarò, il suo vice Vincenzo Murianni, il preparatore atletico Giovanni Saffioti e il preparatore dei portieri Raffaele Cataldi. Infine Antonio Obbedio, indimenticato mastino di centrocampo nel Messina che fu della famiglia Aliotta e oggi Direttore Sportivo di una squadra che i tifosi sognano di rivedere con lo stesso ardore e con gli stessi successi di un periodo storico forse irripetibile in riva allo Stretto. Poi il turno di tutta la squadra e dei nuovi acquisti.

Partita quest’oggi anche la campagna abbonamenti. La famiglia Sciotto, dopo due anni di gestione fallimentare, punta a riportare i tifosi al “Franco Scoglio” con prezzi popolarissimi: 60 euro per la Curva,100 euro per la Tribuna e 130 euro per la Tribuna numerata.

Il debutto in Coppa Italia non è stato dei migliori in quel di Marina di Ragusa, con la sconfitta che ha estromesso Crucitti e compagni dalla competizione che nella passata edizione ha visto i giallorossi sconfitti in finale contro il Matelica.

Si farà invece sul serio in campionato: il primo settembre l’Acr Messina sarà ospite del Troina. E dalla prima trasferta siciliana si comincerà subito a comprendere le reali aspettative che la tifoseria potrà nutrire nei confronti della rinnovata gestione Sciotto.

Lascia un commento

avatar
400