Cinque falsi miti che fioriscono a Messina

Dal classico "In città non c'è più niente" al rassegnato "I messinesi sono scomparsi con il 1908", passando dal "tempo di terremoto" ai numeri della Vara. Frasi fatte e convinzioni che accompagnano la vita nello Stretto da decenni

I partecipanti alla Vara

Punto di orgoglio assurto quasi a mito è la partecipazione dei fedeli alla processione dell’Assunta, più conosciuta come Vara. Per anni, ogni quindici agosto, è stata dichiarata trionfalmente la presenza di almeno centomila persone. Nel 2019, addirittura, uno studioso di storia patria, intervistato, si è lanciato, facendo bingo: “Oggi ci sono duecentomila persone!”. Più verosimilmente, ma numeri ufficiali da parte della Questura non se ne hanno, a seguire la Vara non sono neanche le ottantamila persone comunicate dagli organi di stampa, ma, tutt’al più, qualche decina di migliaia che, muovendosi contemporaneamente alla macchina festiva, danno l’idea di una folla continua e sterminata. Ma avete idea di quante possano essere centomila persone in un’area ristretta come quella della processione? Un tale numero sarebbe ingestibile e palesemente percepibile!

Pagine:Pagina precedente 1 2 3 4 5

1
Lascia un commento

avatar
400
1 Comment threads
0 Thread replies
0 Followers
 
Most reacted comment
Hottest comment thread
1 Comment authors
Giuseppe Recent comment authors
più recente meno recente più votato
Giuseppe
Ospite

Eccellente articolo. Grazie.