Arrestato 53enne messinese durante la processione di Sant’Antonio

L'uomo, irreperibile da oltre un mese, è stato condotto nella casa circondariale di Gazzi per i reati di sfruttamento della prostituzione, furto aggravato, porto abusivo di armi e sostituzione di persona

 

MESSINA. Arrestato durante la processione di Sant’Antonio, dopo un mese di irreperibilità, dai Carabinieri della Stazione di Messina Giostra e in attuazione di un ordine di carcerazione emesso dalla Procura della Repubblica di Messina, A.B., 53enne pregiudicato messinese, in quanto ritenuto responsabile dei reati di sfruttamento della prostituzione, furto aggravato, porto abusivo di armi e sostituzione di persona.

L’uomo, irreperibile da più di un mese, durante la manifestazione religiosa che ha sfilato per le vie del centro cittadino, è stato notato da un Militare dell’Arma che, libero dal servizio, lo ha fermato  e consegnato ai colleghi in servizio, i quali hanno proceduto al suo arresto.

Esperite le formalità di rito, l’uomo è stato accompagnato dai Carabinieri presso la Casa Circondariale di Messina Gazzi per l’espiazione della pena.

Lascia un commento

avatar
400