Sabato 18 maggio l’inaugurazione della mostra “Transiti”, di Katia Lupò

Le opere in mostra sono il frutto di esperienza e formazione culturale, come l'artista messinese precisa: "La mia formazione matematica e quindi rigorosa mi ha spinto a portare ordine tra macchie, schizzi e colate".

 

MESSINA. Si terrà sabato 18 maggio alle 18, alla Galleria Arte Cavour (Corso Cavour 119), l’inaugurazione della mostra ad opera dell’artista Katia Lupò, intitolata “Transiti”.

Le opere in mostra sono il frutto di esperienza e formazione culturale, come Katia precisa: “La mia formazione matematica e quindi rigorosa mi ha spinto a portare ordine tra macchie, schizzi e colate”.

La lettura delle opere può dar luogo a chiavi di lettura molteplici e astratte, psicologiche e naturalistiche. Nello specifico, “Transiti” è inteso come passaggi o attraversamenti.

L’artista è nata e vive a Messina. Insegnante di Matematica e Fisica, ha iniziato alla fine degli anni ’80 ad esporre le sue opere in alcune mostre collettive, spinta da Lucio Barbera, per approdare in questi anni al Monte di Pietà, al Teatro Vittorio Emanuele e fuori Messina,

Nel corso del tempo ha conseguito uno stile personale che ha fondamenta in analisi concettuali fatte di unioni di trame, segni in movimento, ampi spazi di colore e distanze che tendono verso l’infinito.

Nel personale percorso artistico la Lupò inizia dal figurativo, ispirandosi alle più importanti avanguardie del Novecento per approdare all’informale, grazie alla frequentazione del pittore Enzo Celi. Tuttavia, lascia presto l’espressionismo astratto per trovare una propria soluzione a metà tra un peculiare ordine calligrafico i colour field di Rothko e i sacchi di Burri.

“Transiti” rimarrà aperta fino al 30 maggio e sarà possibile visitare la mostra dal lunedì al sabato, dalle 17.00 alle 20.00.

Lascia un commento

avatar
400