Continua l’emorragia demografica: Messina perde 1738 abitanti in un anno

Il responsabile principale? Il crollo delle nascite: -7,4 % rispetto al 2017, e -22,5 % rispetto a dieci anni prima (2008). E oltre metà dei residenti stranieri sono asiatici (con buona pace di chi parla di "invasione" da parte dei migranti africani)

 

MESSINA. Oltre millesettecento abitanti in meno in un anno: non si ferma l’emorragia demografica di Messina, che tra il 2017 ed il 2018 perde lo 0,7% della popolazione, e si ferma a 232.555 abitanti. E’ la rilevazione al 31 dicembre 2018 proposta dal servizio Statistica del dipartimento Servizi al Cittadino ha elaborato il bilancio demografico per il 2018.

Una città sempre più vecchia (Il 23 % circa della popolazione ha più di 65 anni e l’età media generale sale a 44,8 anni), sempre meno attrattiva (2.840 i cancellati per altri Comuni Italiani e 404 per l’Estero) e sempre più multietnica: i residenti stranieri sono 12.265, in leggera crescita rispetto all’anno precedente (+380 unità), pari al 5,27 % della popolazione totale, ma con buona pace di chi continua senza alcun fondamento a parlare di “invasione” da parte di immigrati africani, la provenienza prevalente è dal continente asiatico (57,4 %).

Il report evidenzia che a Messina, al 31 dicembre 2018, la popolazione calcolata Istat risulta essere pari a 232.555 abitanti, di cui 111.558 maschi e 120.967 femmine in costante decremento, -1.738 abitanti (-0,7 %) rispetto al 2017 e -10.359 unità (-4,3 %) dall’anno 2011. La città è sempre più vecchia con un incremento, nell’anno 2018, della popolazione in età senile del +9,78 % rispetto all’anno 2012.

Il 23 % circa della popolazione ha più di 65 anni, mentre quelli con più 85 anni rappresentano il 3,57 % della popolazione, in prevalenza residenti nel centro storico. Il quartiere con la più alta percentuale di bambini in età inferiore ai 5 anni è il secondo, 4,2 % della popolazione totale. L’età media generale sale a 44,8 anni (43,34 per gli uomini e 46,50 per le donne). Nel 2018 ci sono 180 anziani ogni 100 giovani (5 in più rispetto al 2017). Nel 2018 sono stati celebrati 733 matrimoni, dato in costante diminuzione, rispetto al 2016 (-12 %).

Consistente diminuzione delle nascite, -134 in valore assoluto, pari al -7,4 % rispetto al 2017, e -22,5 % rispetto a dieci anni prima (2008). È da segnalare che il numero di nati vivi nell’anno 2018 registra il valore più basso degli ultimi anni. Il 31 % degli immigrati sono cittadini stranieri (di questi il 6,37 % proveniva da altri comuni italiani). Nell’anno 2018, sono stati 2.840 i cancellati per altri comuni Italiani e 404 per l’Estero in leggera diminuzione rispetto al 2017.

I residenti stranieri sono 12.265, in leggera crescita rispetto all’anno precedente (+380 unità), pari al 5,27 % della popolazione totale. La provenienza prevalente è dal continente asiatico (57,4 %).

Lascia un commento

avatar
400