MESSINA. Associazione mafiosa, concorso esterno in associazione mafiosa, associazione finalizzata al traffico di stupefacenti, estorsione, trasferimento fraudolento di valori, falso ideologico commesso da pubblico ufficiale e truffa aggravata per il conseguimento di erogazioni pubbliche. Sono 94 le misure cautelari (48 in carcere e 46 ai domiciliari) scattate all’alba stamani, nell’ambito dell’operazione “Nebrodi”, condotta da oltre mille uomini tra carabinieri e finanzieri contro l’associazione mafiosa di Tortorici: una truffa colossale ai danni dell’Unione europea che ha portato al sequestro di 151 imprese agricole.

Dalle indagini è emersa una spartizione virtuale del territorio operata dall’organizzazione mafiosa ai fini della commissione di un elevatissimo numero di truffe finalizzate ad ottenere ingenti contributi erogati dalla Comunità Europea sui fondi agricoli. Tra i destinatari del provvedimento, oltre ai vertici ed agli affiliati del sodalizio criminale, anche imprenditori e pubblici amministratori. In tutto gli indagati, a vario titolo, sono 194. Fra loro anche un notaio, funzionari pubblici, ex collaboratori dell’Agea e una decina di dipendenti dei Centri di assistenza agricola.

I particolari dell’operazione saranno resi noti nel corso di una conferenza stampa che si terrà alle ore 11 presso l’aula magna della Corte d’Appello di Messina, con la partecipazione del Procuratore Nazionale Antimafia Federico Cafiero de Rao.

 

guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments