PALERMO. I saldi in Sicilia inizieranno il primo luglio. Lo ha deciso l’assessore regionale alle Attività produttive Mimmo Turano dopo un confronto con le associazioni di categoria.
“La data – spiega l’assessore – è il frutto di un’attenta valutazione fatta con le associazioni del mondo del commercio delle specifiche esigenze del nostro territorio. Lo scopo è di riattivare il circolo virtuoso dei consumi prima che i siciliani vadano in vacanza e di sfruttare l’arrivo dei turisti nel mese di luglio”.

Quando mancavano pochi giorni alla riapertura dei negozi dopo il lockdown, i commercianti del settore moda avevano espresso parere favorevole all’inizio dei saldi estivi il primo agosto, come nel resto d’Italia.
Le opinioni erano state raccolte a metà maggio da un sondaggio di Confesercenti Messina in cui veniva chiesto ad un campione di 188 intervistati quale fosse a loro parere la data più utile per far partire gli sconti. Il 61% di loro propendeva per agosto, mentre il 38% avrebbe voluto iniziare i saldi a giugno o a luglio (il 27,9% a giugno e il 10,3% a luglio).

A distanza di venti giorni però l’ opinione dei negozianti, a causa del mancato decollo delle vendite è cambiata radicalmente.  In un nuovo sondaggio su un campione di 180 imprenditori, i dati che emergono fanno registrare un’inversione di tendenza e la percentuale di coloro che vorrebbero partire con gli sconti a giugno o luglio sale al 61% (22,2% giugno e 38,9% luglio) mentre solo il 38% sceglie il primo agosto.

L’iniziativa del secondo sondaggio è nata da una precisa richiesta dell’assessore Turano. Nel corso di un incontro con le Associazioni di Categoria infatti, Confesercenti ha evidenziato “il forte impatto negativo che il commercio online e la concorrenza delle grandi catene dello shopping (fatta di promozioni interne) hanno sulle piccole e medie imprese a gestione diretta.”

La Regione Siciliana, così, scegliendo la data del primo luglio si discosta dall’indirizzo comune approvato dalla Conferenza delle Regioni che prevedeva il posticipo dei saldi al 1 agosto: “Anche il Lazio – ha affermato Turano – ha deciso di applicare i saldi già dal primo luglio, di fatto noi manteniamo la data che avevamo indicato prima dell’emergenza Covid-19 perché riteniamo sia urgente far ripartire i consumi ma anche evitare il caos dei maxi sconti prima dei saldi estivi”. (fonte Ansa)

“La scelta di avviare i saldi il primo luglio- spiega il presidente di Confesercenti Messina Alberto Palella– è quella più giusta, perchè invoglierà agli acquisti i consumatori restii e al tempo stesso permetterà ai commercianti di recuperare rispetto alle vendite deludenti della riapertura post lockdown. Anche le grandi catene dello shopping e l’e-commerce, che già avevano messo in campo attività promozionali che minacciavano il commercio tradizionale avranno meno chances”.

 

guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments