MESSINA. Santagati e i suoi uomini aggrediti a San Michele. I vigili della sezione decoro sono stati aggrediti stamattina a San Michele dopo aver multato una donna che buttava sacchetti di immondizia in orario non consentito, si può gettare i rifiuti dalle 18 alle 22. I tre vigili, tra cui il commissario Bagio Santagati, responsabile della sezione sono stati aggrediti da tre uomini subito dopo avere emesso la multa di 103 euro alla donna. I tre aggressori si sono dati poi alla fuga e sono adesso ricercati dalla polizia. Mentre i tre vigili sono stati medicati al Piemonte.

Al commissario Santagati e ai suoi uomini la solidarietà della giunta Accorinti: “La zona di San Michele è altamente esposta ai conferimenti per strada e da tempo si effettuano controlli al fine di evitare la creazione di discariche abusive”. Per la giunta “l’attuale situazione di emergenza nell’ambito della raccolta di rifiuti, sulla quale l’Amministrazione comunale si sta impegnando per una rapida risoluzione, non giustifica assolutamente comportamenti violenti ed incivili”.

Mentre l’assessore all’Ambiente, Daniele Ialacqua sottolinea: “La notizia dell’aggressione così come il blocco della discarica a Catania per lo sciopero dei lavoratori Oikos confermano le gravi difficoltà strutturali e culturali che s’incontrano nella gestione dei rifiuti a Messina ed in Sicilia e che rallentano la uscita dal sistema dell’emergenza. Ho chiesto più volte in questi anni alla prefettura la stipula di un protocollo di collaborazione tra tutte le forze dell’ordine come fatto nella “terra dei fuochi” in Campania per un monitoraggio capillare del territorio  perché vi è una illegalità diffusa ed abbiamo superato il livello di guardia”. 

Anche l’amministrato unico di Messina servizi bene comune, Beniamino Ginatempo, solidale con i vigili, e sottolinea: “Al di là delle facili parole di solidarietà, questo episodio al pari della esplosione delle discariche abusive di questi giorni, conferma che l’emergenza rifiuti non è solo un problema delle società di raccolta, dell’assessore all’ambiente, della giunta comunale, del sindaco, le cui responsabilità sono indubbie, ma è un problema di tutta la comunità”.

“Purtroppo, ed il caso recente dell’emergenza di Roma ed altre città come Messina testimonia – continua Ginatempo – se la questione rifiuti diventa argomento di lotta politica e campagna elettorale, cambieranno le giunte, le amministrazioni e i governi, ma la spazzatura sotto qualunque amministrazione sarà sempre per le strade a peggiorare la qualità della nostra vita. Invece prima comincerà la sfida culturale che dovrà trasformare nelle nostre teste e nelle nostre pance la spazzatura in risorse di tutta la comunità, prima il problema potrà essere avviato ad una soluzione duratura. Vale l’equazione Buona Politica=Buona Cittadinanza”.

 

guest
1 Comment
meno recente
più recente più votato
Inline Feedbacks
View all comments
Giuseppa Micali
Giuseppa Micali
22 Maggio 2017 19:06

La spazzatura DEVE essere ritirata ogni giorno, tranne i festivi. Per questo noi cittadini paghiamo la relativa imposta. Che l’amministratore pensi a fare il suo dovere invece di prendere multe