MESSINA. Prima, ad agosto 2018, esperto a titolo gratuito del sindaco di Messina Cateno De Luca per “supporto nelle politiche di pianificazione e di attuazione di interventi strutturali ed infrastrutturali”, quindi, qualche mese dopo, presidente della partecipata Amam, anche stavolta nominato dal sindaco Cateno De Luca. Da giovedi 21 maggio, esperto in materia di programmazione dei fondi extra bilancio e di problematiche ambientali (stavolta a titolo oneroso) della Città metropolitana, per decreto del sindaco metropolitano: Cateno De Luca. Salvo Puccio, uomo di fiducia del sindaco, ha fatto tris.

Con un decreto sindacale 120 del 21 maggio, al geologo di Giardini Naxos è stato affidato l’incarico di mettere in atto “strategie della programmazione in generale e del Patto dello Sviluppo per la Città Metropolitana“, finanziato nel 2016 e rimodulato nel 2019. Il curriculum di Puccio ha avuto la meglio su altre due manifestazioni d’interesse, essendo stato ritenuto da De luca “meglio aderente alle esigenze dell’Ente essendo in possesso della preparazione , specializzazione ed esperienza sul campo necessaria all’assolvimento dell’incarico di esperto nelle materie relative alla programmazione dei fondi extrabilancio ed alle problematiche ambientali”.

L’incarico avrà durata di un anno (” rinnovabile per ulteriori dodici mesi”, specifica il decreto), sarà retribuito con poco meno di 22mila euro lorde ed è comprensivo di tutte le spese sostenute per lo svolgimento. In cosa consiste? “Nell’ambito della programmazione dei fondi extrabilancio si evidenziano interconnessioni con problematiche e complesse procedure di valutazione ambientale derivanti, anche, da normative e regolamenti nazionali e comunitari che possono condizionare i programmi di intervento e l’assunzione di obbligazioni giuridicamente vincolanti nei termini prescritti”. Per questo è necessario “interfacciarsi con le professionalità esterne che offrono, con scopo collaborativo, la propria professionalità ed esperienza”.

Quello firmato come nomina fiduciaria da Cateno De Luca per conto della Città metropolitana, non è l’unico incarico pubblico di Salvo Puccio, che nella sezione “amministrazione trasparente” dell’Amam di Messina, di cui è anche direttore generale facente funzione, dichiara di avereun  incarico (a titolo oneroso) da coordinatore dell’ufficio del Commissario contro il dissesto idrogeologico nella Regione Siciliana.

Proprio De Luca, non più di un anno e mezzo fa, aveva avuto parole non esattamente lusinghiere per i doppi incarichi svolti dai direttori di MessinaServizi Bene Comune Aldo Iacomelli (poi licenziato) e dell’Amam Claudio Cipollini (poi dimissionario).

 

 

guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments