MESSINA. C’è anche il messinese Santi Delia tra i migliori 100 avvocati selezionati dalla rivista Forbes Italia, che ha stilato una classifica disocietà al top nel mondo legale e della consulenza. Il professionista messinese, fondatore dello “Studio Legale Avvocato Santi Delia” e founder di “Bonetti & Delia – Studio legale”, è anche l’unico selezionato del sud Italia.

“Da studente di giurisprudenza e poi nei primi anni di pratica forense – dice Delia – leggevo con ammirazione e stupore le classifiche stilate da Forbes. Si trovavano i mostri sacri dell’avvocatura italiana e le sigle majors dei grandi studi americani, gli stessi dove avevo in mente di volermi formare. Per quanto ne leggessi solo i nomi, seguendo sulla stampa specialistica come Toplegal i loro gesti e le loro attività, mi sembrava di conoscerli tutti ammirandone il modo con il quale la loro attività riuscisse a segnare davvero la vita economica del Paese e cambiarne, in un modo o nell’altro, l’andamento”.

“Proprio a questo, e dunque a provare ad incidere davvero sulla quotidianità delle scelte di vita influenzandone l’andamento grazie alla tutela dei diritti, sono state indirizzate le mie scelte professionali, ispirandomi a chi riesce ad incidere, provando a lasciare il segno in ogni cosa che fa”.

“Non credo – continua Delia – che nel mio caso sia riuscito a cambiare l’andamento del Paese negli stessi termini con cui i grandi studi ed i loro avvocati d’affari decidono le operazioni più importanti in Italia ma, e non posso spiegare altrimenti la menzione che Forbes Italia mi ha voluto dedicare, ho cercato di tutelare diritti, sogni ed aspirazioni spesso sopite o incredule circa la loro affermazione. Su questo, sono certo, di esser riuscito a cambiare parecchie vite soprattutto tra i più giovani”.

Lo studio legale di Santi Delia è anche quello con il più alto numero di contenziosi innanzi ai T.A.R. ed al Consiglio di Stato negli ultimi anni, con una media di 900/1000 provvedimenti l’anno nell’ambito del contenzioso amministrativo sui grandi concorsi pubblici nazionali (Scuola, Università, Sanità, Pubblico impiego).

“A 40 anni – conclude Delia – l’enorme soddisfazione di leggermi inaspettatamente tra loro ti fa capire quanto ha pagato il lavoro, le scelte innovative sull’uso di internet e la via della super specializzazione. Il lavoro di squadra che mira a valorizzare le singole capacità di avvocati e giovani legali in formazione che decidono di far parte del progetto e il costante confronto con il mio socio Michele Bonetti con cui condivido ogni scelta. Da qui si riparte per nuovi traguardi”.

guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments