Coronavirus, Tonino Sciotto (Ugl): “Il nostro personale medico sanitario è in grado di gestire l’emergenza”

Il segretario territoriale del sindacato sottolinea che nel caso di un’eventuale diffusione nel sud i medici sarebbero all’altezza della situazione, esprimendo fiducia per le misure precauzionali già adottate. Poi, insieme al segretario della federazione Medici, Giuseppe Mobilia, invita a non alimentare la psicosi e ad evitare le fake news

 

MESSINA. “Non ci sono casi di coronavirus cinese in provincia di Messina e anche se dovesse esserne rilevato qualcuno, il nostro personale medico sanitario, più che competente, sarà all’altezza di gestire l’emergenza e di contenere il più possibile il contagio”. Così interviene il segretario territoriale di Ugl Messina, nonché segretario della federazione Sanità, Tonino Sciotto, invitando a non alimentare la psicosi che sembra dominare la mente di alcune persone e rassicurando i cittadini.

“Attenzione e cautela nello stare nei luoghi chiusi, maggiore prevenzione e protezione nei confronti dei soggetti più deboli fisicamente. Queste le azioni che dobbiamo adottare per salvaguardarci da questa nuova epidemia virale che il nostro corpo non conosce e per cui non ha ancora sviluppato degli anticorpi” dichiara, invece, il segretario provinciale di Ugl Medici, Giuseppe Mobilia.

“Il covid-19 è un’influenza che al momento si è rivelata mortale solo per una minima percentuale e non siamo nemmeno ai livelli di infezioni come l’asiatica, la sars o la mucca pazza – continua Mobilia – Basti pensare che l’anno scorso, per una semplice influenza stagionale, sono morte circa 8000 persone in Italia. Il coronavirus cinese non è che questo: dobbiamo immaginarla come un’epidemia stagionale. E’ giusto aumentare la prevenzione, io stesso ho inviato una lettera all’Inps in questi termini, ma non bisogna terrorizzarsi”.

“Sono questi i dati ufficiali a cui dobbiamo fare riferimento, evitando tutte quelle informazioni fake che non provengono da fonti ufficiali e che creano allarmismo nella popolazione – continua Sciotto – Detto questo, resta un virus che causa un’infezione e da giorni circolano una serie di norme diffuse dal Ministero della Salute atte a ridurre il rischio di contaminazione, norme che, comunque, sono alla base della quotidiana igiene di ogni individuo e che consiglio di seguire”.

“Sono fiducioso delle misure precauzionali che sono state adottate dall’Amministrazione, dalla Regione Sicilia e dal Governo, volte a salvaguardare la vita dei cittadini – afferma ancora il segretario provinciale di Ugl Sanità – Il modo migliore per aiutare, adesso, è non farsi prendere dal panico, stare calmi e continuare a vivere giorno per giorno”.

“Infine – conclude il segretario Tonino Sciotto – voglio esprimere il mio ringraziamento e la mia ammirazione a quanti stanno lavorando per la sicurezza degli abitanti e a quanti, nonostante la situazione, continuano ad offrire il loro servizio correndo, talvolta, anche qualche rischio. Quando questo capitolo si chiuderà i veri eroi saranno loro”.

Lascia un commento

avatar
400