Fake taxi, avvistata anche a Messina la “macchina del sesso”

La curiosità: sbarcata in riva allo Stretto una delle vetture a bordo delle quali si girano video porno "amatoriali", trasmessi a pagamento sul noto sito YouPorn

 

MESSINA. Un van di colore nero opaco, coi vetri oscurati, una mora prosperosa a bordo che si riprendeva in un video sensuale, e una scritta gialla sulla fiancata che fa palpitare i frequentatori di siti “scollacciati”. Dopo essere arrivata per la prima volta a Rimini la scorsa estate, è stata avvistata anche a Messina, nei pressi di via Centonze, una delle vetture della flotta di “fake taxi”.

Di che si tratta? Di un sito web, con contenuti a pagamento, di pornografia”reale”, una tipologia molto apprezzata dagli appassionati del genere. Il sito è stato fondato, ed è attualmente di proprietà, di Jonathan Todd, creatore di YouPorn.

I video di Fake Taxi seguono tutti una premessa simile che inizia con una conversazione tra un/una tassista e un/una passeggero/a. Un tipico video inizia proprio con un’attrice o un attore che interpreta un passeggero che sale a bordo. Il guidatore, maschio o femmina, usando la persuasione alimentata spesso dalla mancanza di fondi del passeggero, trova un modo per convincere l’uomo o la donna ad impegnarsi in rapporti sessuali sul retro del taxi. L’uso di un elemento realistico come un giro in taxi accoppiato alla scena  che segue nella parte posteriore della macchina ha contribuito a rendere il sito uno dei preferiti nel genere amatoriale.

1
Lascia un commento

avatar
400
1 Comment threads
0 Thread replies
0 Followers
 
Most reacted comment
Hottest comment thread
1 Comment authors
Nina Recent comment authors
più recente meno recente più votato
Nina
Ospite

Voglio salirci