Bilancio Consuntivo, Libero Gioveni si scaglia contro l’Amministrazione De Luca

Il consigliere comunale del Pd stigmatizza in una nota "l’inspiegabile" assenza del sindaco e dei suoi assessori alla seduta sul Rendiconto 2017: «Hanno dimostrato di voler buttare la pietra per poi nascondere la mano. Così non si va da nessuna parte»

 

MESSINA. «Con la sua inqualificabile e ingiustificata assenza in massa stasera (ieri, ndr) in Aula sulla votazione urgente del Bilancio Consuntivo 2017, l’Amministrazione De Luca ha dimostrato di voler buttare la pietra per poi nascondere la mano! La fase post “salva Messina” per conto mio inizia male, così non si va da nessuna parte».

Così il consigliere comunale del Pd Libero Gioveni stigmatizza in una nota “l’inspiegabile” assenza del sindaco e dei suoi assessori alla seduta sul Rendiconto 2017.

«Ricordo che tutti i 32 consiglieri comunali, con grande senso di responsabilità, hanno sottoscritto la rinuncia ai termini dei 20 giorni previsti dal D.Lgs. 267/2000, proprio per l’urgenza di dover approvare il Consuntivo e il Consolidato per il contestuale invio entro lunedì alla Commissione ministeriale, utile all’auspicabile stabilizzazione dei 76 precari, alcuni dei quali presenti stasera e che hanno potuto rendersi conto di quanto accaduto. Prendo atto – scrive – che la foto di gruppo in cui c’ero orgogliosamente anch’io dopo il voto finale del 23 novembre sulla rimodulazione del piano di riequilibrio  è già un lontano ricordo. È evidente, per quanto mi riguarda, stante così le cose e proseguendo con questo modus operandi, che nella prossima foto mi si potrà vedere solo grazie a un “fotomontaggio”», conclude.

Lascia un commento

avatar
400